La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

In memoria di Jeor Mormont: intervista a James Cosmo


 Fonte: AccessHollywood
 
Una marcia gelida per tornare alla Barriera, passando per la Fortezza di Craster, tramutata in un ammutinamento sanguinoso e feroce quando diversi membri dei Guardiani della Notte hanno attaccato e ucciso non solo Craster, ma hanno abbattuto anche il loro leader — il nobile, onorevole e influente Lord Commandante Mormont, interpretato dall’attore James Cosmo.
 
Il triste momento per il “Vecchio Orso” nel libro “A Storm of Swords” di George R.R. Martin è stato finalmente portato in vita nell’episodio di domenica, quando Rast (Luke Barnes) lo ha pugnalato alla schiena, e ha abbattuto il Lord Comandante.
In una nuova intervista, James ha detto ad AccessHollywood.com di essere lusingato dal fatto che il team di GOT abbia dato al suo personaggio un’uscita così drammatica dalla serie HBO. Ha anche condiviso i pensieri sul perché le cose sono andate fuori controllo alla Fortezza di Craster e su qual’è l’impatto del Comandante su Jon Snow e Samwell Tarly.
 
AccessHollywood.com: Col senno di poi, forse non è stata l’idea migliore dare ad alcuni membri dei Guardiani della Notte le spade e i coltelli.
James Cosmo: (Ride) Si rivela un gruppo sleale. Penso che Lord Mormont  sia il meglio che c’è un un pessimo gruppo.
 
Access: Cosa pensi che lo abbia spinto a perdere il controllo della situazione?
James: Credo che sia stato il trauma che hanno subito oltre la Barriera, con tutte quelle cose terribili che hanno esaurito l’esercito. E loro stavano davvero cercando solo di tornare indietro e avvertire tutti. Del tipo “Hey ragazzi, la fuori è abbastanza brutto”. Quindi sono tutti in modalità sopravvivenza e da alcuni di essi emergono i tratti peggiori. E solo da alcuni di essi.
 
Access: Sapevi fin dall’inizio che questa sarebbe stata la sua storia?
James: Già, lo sapevo da alcuni miei amici che hanno letto nei libri che Lord Mormont decede all’inizio del terzo libro, e si sta seguendo i libri abbastanza strettamente… Quindi sì, sapevo che avrei avuto solo tra stagioni che, dal mio punto di vista, sono state assolutamente fantastiche. Ti diverti a creare il personaggio e giocarci e… anche se è bello lavorare in uno show così grandioso, tu non dici tipo “Ci sarò anche in un’altra stagione e in quella dopo?”. Sei lì e sai che finirà alla terza, e va bene così. Si va avanti a fare qualcos’altro.
 
Access: E’ stata una grande scena. Trattieni il respiro quando succede, e anche se sai che avverrà… Hai provato le emozioni e la follia del momento quando hai letto la sceneggiatura?
James: Sì, è stata un’uscita di scena ben scritta, e sapevo che David [Benioff] e Dan [Weiss] erano interessati a tirare fuori il meglio della morte di lord Mormont e di renderla più scioccante possibile, e questo si è visto nella scrittura… E’ stato molto lusinghiero il fatto che loro abbiano pensato che Lord Mormont fosse abbastanza importante da avere questo, da avere tale attenzione.
 
Access:  Non è morto dopo un solo colpo.
James: Oh no, no, ci vuole molto per uccidere quel vecchio uomo.
 
Access: E anche per penetrare tutte le pellicce che indossa..
James: Assolutamente! Probabilmente è solo intorno ai 100 pound nella realtà.
 
Access: Ho sentito dire che è difficile lavorare con quelle cappe perché sono così pesanti.
James: Beh, sai, gli attori giovani… sono ingenui nel settore e l’hanno trovato difficile. Ma hey, senti, ho indossato pelli pesanti e maglia di ferro per 50 anni. Non è niente. Quindi li ho solo guardati, suppongo con una sfumatura di compassione (ride). Io stavo bene.
 
Access: Visto che si è tornati sull’argomento nelle battuta di Jon Snow dell’Episodio 01… cosa ne pensi del fatto che il Lord Comandante, un uomo onorevole, ha giustificato il fatto di lasciar accadere tutte quelle cose con Craster e i neonati in precedenza?
James: Sì, è difficile, perché Mormont è una persona talmente buona intrinsecamente, dotato di questa estrema lealtà verso questa confraternita che guida, e penso che sia proprio questo che annebbia la sua bussola morale. Sa che avvengono cose spaventose e permette che accadano, così i suoi uomini possono sopravvivere e farcela, sai? Quindi lui è un pragmatico, ma penso che in qualche modo chiuda gli occhi a questo il più delle volte, e penso che sia molto difficile per lui quando Jon Snow dice “Sai quello che accade?” (nella Stagione 2) e lui lo sa. E’ orribile.
 
Access: Nella Stagione 1, ha peso Jon sotto la sua protezione in modo da istruirlo. Perché?
James: Penso che lui abbia visto in Jon quello che forse voleva che fosse stato suo figlio [Ser Jorah Mormont]. E fondamentalmente dargli una spada e tutto il resto è stato un gesto magnifico e caldo da parte del vecchio.
 
Access: Proseguendo, quale pensi che sia la sua influenza si Jon Snow e Sam?
James: Penso che, in quanto giovani, lo ricordino come un modello più vecchio. Spero che i tatti del suo personaggio siano qualcosa che loro cercheranno di emulare diventando adulti e diventando a modo loro dei leader.
 
Access: Hanno fatto qualcosa di speciale per te nel tuo ultimo giorno, visto che sei stato parte di questo fin dall’inizio?
James: Beh, aspettavo che Range Rover arrivasse con un nastro e un “Grazie, James” su di esso. Ma deve essere andato da qualche altra parte. Deve aver sbagliato indirizzo. Ma no, ho finito in Islanda e tutto volevano tornare all’hotel. Però è stato carino perché in realtà ho girato la mia morte a Belfast in precedenza e poi abbiamo filmato in Islanda la prima parte che vedete all’inizio della stagione: sai, quando Lord Mormont incendia quello zombie che cercava di attaccare Samwell. Quindi questo era il pezzo con cui ho finito, ma è stato carino finire in Islanda, dove avevamo già girato prima. E’ stato adorabile e lo sono stati loro, una compagnia adorabile per cui lavorare. Davvero fantastico.
 
Access: Ho una domanda divertente per te: hanno scelto Iain Glenn per fare tuo figlio (Ser Jorah Mormont). E tecnicamente tu non sei abbastanza vecchio per essere suo padre. Questo ti ha offeso un po’?
James: (Resta impassibile) Beh, ero un po’ scioccato quando hanno detto Ian Glen. Pensavo che potesse essere un fratello forse, sai, e ho veramente pensato di essere troppo giovane per interpretare suo padre…
 
Access: Sei troppo giovane!
James: E inoltre, ovviamente, nell’aspetto fisico non mi sembrava fosse adatto, per quel che mi riguarda… ma ci prova. E va bene così. Ma hey, io sono un attore (ride).
 
Access: Cosa è in arrivo per te prossimamente? Penso che tu abbia finito di alcuni film.
James: Ci sono alcune cose che non vedo l’ora di fare. Sto per arrivare negli Stati uniti e fare delle cose, e anche fare un paio di serie televisive qui (in Gran Bretagna). Sto anche lavorando a un paio di film come co-produttore e produttore, quindi mi tengo occupato e non rallento in alcun modo.


Commenta sul Forum