La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Lord Beric a Lucca


Ieri il nostro amministratore, Lord Beric, era a Lucca per il Lucca Comics in veste di giurato per la gara di Cosplay a tema A Song of Ice and Fire. Ecco qui il suo resoconto.





L'evento è di quelli importanti: la Mondadori e l'organizzazione di Lucca Games & Comics hanno contattato La Barriera per offire un posto ad un suo esponente come giurato di una sfilata di cosplay martiniano, in compagnia di Sergio Altieri, traduttore de Le Cronache, e di Edoardo Stoppacciaro, voce italiana di Robb Stark. Il vostro affezionatissimo admin, Lord Beric, accetta di svolgere il compito, che si rivelerà più difficile del previsto, e la mattina del 31 ottobre si dirige a Lucca sulla sua fidata scassatissma auto. Ecco il suo racconto. Ritirato il pass all'ingresso (gratuito, essere invitati dalla Mondadori conviene!), girovago un po' per la fiera; l'area Games è cambiata drasticamente dall'ultima volta che avevo partecipato, molti più videogiochi e molti meno giochi di carte, mentre di boardgame resistono strenuamente nella loro sezione; l'area Comics, invece, è sempre uguale, anche se campeggia in piazza un gigantesco stand della Warner dedicato a tutte le principale uscite cinematografiche e televisive seguite dall'importante casa di distribuzione americana. Mi imbatto in alcuni cosplayer martiniani, pochi al mattino e poi sempre più numerosi durante il pomeriggio. Una coppia Stannis-Melisandre che ho fotografato in posa mistico-epica, una Dany abbigliata in azzurro, tutti cosplayer indipendenti non appartenenti ai gruppi organizzati. Solo dopo pranzo, in cima alle mura, individuo il primo stand di cosplayer martiniani organizzati; alcuni costumi sono veramente impressionanti: c'è un Renly Baratheon perfetto con tanto di pesca, chiacchiero con una Meera Reed e una Sansa Stark veramente affascinanti, fa la guardia allo stand un Samwell Tarly semplicemente stratosferico; non tutti loro parteciperanno alla sfilata, peccato. Dopo aver fraternizzato un po' riprendo il mio giro, e tornato allo stand della Warner mi imbatto nel secondo gruppo organizzato di cosplayer, che ha non una ma ben due armi segrete! Un Tyrion Lannister interpretato effettivamente da un nano e un vero cucciolotto nei panni di Spettro! Riesco a strappare qualche foto, ho tempo di chiacchierare ancora con una Melisandre ed una Margaery Tyrell "indipendenti" e viene l'ora di andare all'auditorium. Sono tra i primi in coda subito dietro una Daenerys Targaryen in bianco con tanto di uovo di drago, in realtà non so bene cosa fare, se far valere il mio status di giurato da subito ed entrare o restare lì assieme agli altri. Decido di restare lì, tra fan di Martin si fa in fretta a trovare qualcosa di cui parlare. Scopro che quasi tutti si sono avvicinati alla saga con la serie TV che solo dopo sono passati ai libri, e mi sento quasi fuori posto a dire che sono oltre dieci anni che conosco Martin... Mi rendo anche conto che Barriera è vista dai più quasi come un'entità mitica e mistica, un oracolo dove trovare tutte le risposte alle questioni martiniane. Che dire, sono soddisfazioni. Vedo poi arrivare Alfonso, il mio contatto alla Mondadori, e scopro che con lui ci sono altri della casa editrice, alcuni che già conoscevo come Federico e Anna, e altri con cui ho il piacere di parlare per la prima volta, come Chiara, responsabile web-marketing. Arriva Sergio Altieri e incontro finalmente per la prima volta Edoardo Stoppacciaro, che scopro essere una persona assolutamente squisita, simpaticissima e alla mano. Assieme a noi ci sono i responsabili dell'evento lato fiera e anche alcune persone della Warner, dal momento che alcuni dei premi in palio saranno offerti da loro. Veniamo condotti in una saletta, dove decidiamo la scaletta dell'evento sul momento: una breve presentazione da parte degli organizzatori, una breve chiacchierata tra Sergio, Edoardo e me, la sfilata con premiazione, e infine la proiezione della nona puntata della terza serie... sì, quella con un titolo per me troppo doloroso da pronunciare qui. Chissà perché, nemmeno Edoardo sembra entusiasta... L'evento inizia! Attacco di circostanza dell'organizzazione, Edoardo si presenta e racconta il lavoro che fa, Sergio fa lo stesso... e io che dico? Io, che non salgo su un palco dai tempi delle recite di Natale alle medie? Approfitto allora del mio status di rappresentante di una community di fan e dopo un breve preambolo rigiro la frittata iniziando a fare domande ai miei colleghi giurati, con grande terrore di Sergio che per un attimo ha temuto il ritorno del famigerato unicorno. In realtà l'occasione è stata ottima per permettere a Sergio di raccontare come ha affrontato il lavoro di traduzione per una saga dove ogni libro aveva un pubblico enormemente più vasto del precedente e in che modo questo ha influito sul suo lavoro, e a Edoardo per narrare il modo divertente e rocambolesco in cui ha ottenuto la parte di doppiatore di Robb. Passiamo poi alla sfilata; non volendo espressamente contrapporre i due gruppi di cosplayer, abbiamo deciso di far sfilare i personaggi in ordine geografico, da nord a sud chiudendo con l'est. Siamo rimasti incantati dai trenta partecipanti, e su almeno una decina abbiamo apposto i nostri scarabocchi per indicare che erano potenziali vincitori. Già, ma i premi erano solo tre: ai vincitori sarebbe andato un cofanetto blu-ray delle prime due stagioni e il volume del terzo libro in edizione "pelle di drago"... Anzi, poiché Edo ha avuto la geniale idea di portare un libro in più, decidiamo sul momento di introdurre un ulteriore vincitore, una specie di menzione speciale con premio dimezzato, giusto per semplificare un po' la scelta. Il primo vincitore è stato l'azzeccatissimo Tyrion Lannister già visto allo stand della Warner, premiato da Edoardo. Il secondo è stato un simpaticissimo Robb Stark, che si è anche prestato a fornire il labiale a qualche battuta mentre la voce di Edoardo faceva rivivere il Robb dello schermo, premiato da Sergio. La terza, infine, è stata la bella Dany incontrata in coda davanti all'auditorium: gli occhi violetti e l'uovo di drago sono stati determinanti, e ho avuto il piacere e l'onore di consegnarle di persona i premi. La menzione speciale, infine, ad una fantastica Ygritte. Avendo concluso questa parte dell'evento molto in ritardo, decidiamo di non restare a vedere la puntata, ma assieme allo staff della Mondadori ci rechiamo in una vineria per un piccolo apericena. Lì c'è modo di chiacchierare con più calma dell'evento appena trascorso, delle novità editoriali che ha in serbo la Mondadori per l'anno prossimo, e studiare alcune forme di collaborazione in via ufficiale sul web, di cui avremo modo di parlare più diffusamente in seguito. Sono quasi le nove di sera quando risalgo in macchina per tornare a Bologna, ma l'adrenalina è ancora tanta che il viaggio vola in un attimo. Arrivato a casa la stanchezza però si fa sentire, e mi dispiace di non aver potuto fornire agli amici che attendevano in chat un resoconto fin da subito... ma insomma, il letto chiamava.


Commenta sul Forum