La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Speculazioni su una seconda stagione per Game of Thrones


Game of Thrones, la dispendiosa serie di epica fantasy della HBO, è forse la scommessa più rischiosa degli ultimi anni. Ma anche prima che il dramma inizi domenica sera, ci sono probabilità favorevoli che la HBO rinnovi lo show. Agli showrunner David Benioff e Dan Weiss è stato detto di iniziare a pensare alle storyline della prossima stagione, mentre la dirigente della HBO Sue Naegle dice agli esecutivi del network EW di sentirsi ottimista per un altro round della serie.

“Non siamo nervosi a riguardo”, dichiara. “Siamo tutti speranzosi per una seconda stagione. Ci sentiamo creativamente fiduciosi”.

Il rialzismo non riguarda solo la predizione dei buoni ascolti (anche se nemmeno il successo su questo fronte è del tutto improbabile). I canali HBO, Showtime e Starz si concentrano sulla trasmissione di contenuti esecutivi e premium che non si trovano da nessuna parte, se non nel mastodontico Nielsens. Ecco perchè i drammi polischieschi-medici-giudiziari (che secondo i giornalisti attirano grandi numeri) sono rari sui canali a pagamento: non sono considerati abbastanza unici.

Game of Thrones è senz’altro la più ambiziosa serie TV fantasy mai prodotta e arriva con un entusiasta fan-base precostruito che ha divorato i romanzi best-seller di George R.R. Martin. E’ precisamente il tipo di programma per cui la HBO pensa che gli spettatori pagheranno — in onda, e anche tramite gli ugualmente importanti home video e la distribuzione sul mercato internazionale.

In più, con la prima stagione da 10 episodi dal costo di almeno 50 milioni di dollari, lo show si classifica come una delle più costose serie TV mai prodotte. Il network ha programmato 11 messe in onda del primo episodio tramite sei canali, nel corso di 26 ore dopo il debutto. L’ammontare del capitale speso per dar vita al mitico mondo di Westeros rende piuttosto preoccupante la prospettiva di una sola stagione. Naegle afferma: “Non si vuole vedere show come questi, ad alto investimento, avere una stagione e finire”.

Ma al momento niente è stabilito definitivamente. Non importa quanto slancio ci sia dietro lo show, o quanto il modello di buisness sia guidato dalla qualità e multipiattaforma. La HBO ha bisogno che Game of Thrones abbia una certa quantità di ascolti domenica sera per proseguire. Il suo budget relativamente largo è una lama a doppio taglio: gli ascolti di GoT hanno bisogno di essere più forti di quelli di Treme, In Treatment o The Wire, show della HBO che hanno ricevuto rinnovi soprattutto sulla base di plausi della critica. Tuttavia, visto il successo di True Blood e di Walking Dead della AMC, gli show di genere di alta qualità per adulti hanno recentemente dimostrato di poter ottenere ascolti invidiabili, e le prime recensioni favorevoli suggeriscono che Game of Thrones potrebbe avere ciò che gli serve.

Fonte: http://insidetv.ew.com/2011/04/14/game-of-thrones-season-two/


Commenta sul Forum