La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Intervista a Finn Jones


Fonte: Westeros.org

NdT 1: questa intervista è una trascrizione da podcast; ho omesso le parti in cui si commenta la musica di sottofondo e qualunque altra cosa che non fosse possibile rendere in una pagina scritta.

NdT2: l'intervista è stata presa prima che fosse messo in onda il primo episodio

NdT3: ***** SPOILER SECONDO LIBRO E SECONDA STAGIONE TV *****

 

Elio: Westeros Podcast Episodio Uno. Intervista con Finn Jones.

Linda: Benvenuti al podcast di Westeros.org. Io sono Linda.

E: E io sono Elio.

L: Insieme mandiamo avanti Westeros.org, il primo e più grande sito /community dedicato alle opere di George R. R. Martin e alle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Non avremmo mai pensato di creare un podcast, quindi per noi è una nuova esperienza.

E. Non siamo sicuri di quanti podcast pubblicheremo in futuro, ma pensiamo che potrebbe essere un buon mezzo per registrare e diffondere interviste con i membri del cast e della squadra del Gioco del Trono di Game of Thrones, e ogni tanto per qualcosa che interessi i fan.

L: Proprio ora stiamo per procedere direttamente con la nostra intervista a Finn Jones, che interpreta Ser Loras Tyrell.

E: Finn Jones! Ser Loras Tyrell, il Cavaliere di Fiori. Benvenuto al nostro primo tentativo di intervista.

L: Già, la nostra cavia per le interviste in podcast.

E: Hai cominciato da poco a recitare...2009?

Finn: Si si si. Ho preso il diploma alla scuola di recitazione – ArtsEd: Arts Educational Schools, a Londra, nel 2009. Ho frequentato per tre anni e si, appena diplomato sono riuscito a pescare un agente. Voglio dire, davvero, ero fuori della scuola di recitazione solo da un paio di settimane quando sono finito in questo lavoro chiamato Hollyoaks, che era del tutto pazzo, davvero. Partire da un ambiente scolastico - sono stato in un ambiente scolastico per tutta la mia vita – e poi essere spedito all'improvviso a nord di Liverpool per girare questo. Voglio dire, nel Regno Unito è una grossa telenovela per adolescenti. E' stato così eccitante! E' stato davvero fantastico.

E: ArtsEd – ho visto che ieri l'hai citata, dicendo che devi davvero tantissimo a questa scuola. E' qualcosa che raccomanderesti a chiunque...a persone che vogliono diventare attori?

F: Oh! Si si, al 100%. Ora stanno facendo questa cosa, per cui si concentrano davvero sull'imparare gli aspetti della recitazione in tv e nei film. Non ci sono molti posti nel Regno Unito che si focalizzano davvero su questo aspetto – e non ho idea del perchè non lo facciano – perchè significa che il denaro è tutto lì; è lì che si trova lavoro. Ma la ArtsEd in questo è davvero in testa. E' stato un vero privilegio essere lì. Ho imparato da insegnanti stupefacenti, e in nessun modo sarei qui oggi se non ci fossi andato.

L: Quale diresti sia la sua differenza da una scuola di recitazione che si focalizza più sul lavoro teatrale? Che tipo di studio...

F: Si, credo che ti dia più il senso della realtà. Non ti insegnano ad essere una specie di, lo sai, il tipico attore shakesperiano, dove sei così inquadrato in un solo modo di recitare un certo testo. Ti scioglie molto. Soprattutto – penso che questo mi sia stato molto, molto utile – perchè è così 'addentro' a tutta la parte di regia. Quando ho fatto il mio primo passo su un set televisivo, per Hollyoaks, mi sono sentito così a mio agio e a casa, quasi, perchè ero così abituato a farlo alla scuola di recitazione; laddove le scuole di recitazione non è detto che si focalizzino su questo aspetto delle cose – questo lo perdi. Il tuo primo giorno, la tua prima settimana sul set può essere piuttosto duro per i nervi, o puoi non esserci abituato.

E: Vedo. Abbiamo parlato da poco con John – John Bradley – del suo tirocinio. Lui è stato ad una scuola più tradizionale, piena di lavoro sul teatro. E direi che alla ArtsEd ti filmano e in sostanza trattano la cosa come se si fosse su un set? E' così che loro...

F: Si! Voglio dire, si fanno dei veri e propri film brevi. Ti occupi di tutta la parte del set, oltre a recitare. Così hai un'idea davvero buona, a tutto tondo, di come funziona tutto il carrozzone. Così quando passi ad un set professionale, non pensi solo a te e a come recitare le tue battute. Pensi a cosa sta facendo il tipo che si occupa del sonoro perchè sei stato nei suoi panni, o a cosa sta facendo il regista o il tipo delle luci. Davvero rende il tutto un'esperienza molto più ricca, e credo che ti renda anche un attore più completo.

E: Ora, dalla scuola sei finito direttamente ad Hollyoaks. Prima è stato Dopo Hollyaks e poi Hollyoaks, la serie regolare, giusto?

F: Si. E' un telefilm: c'erano cinque episodi da un'ora che venivano messi in onda dal lunedi al venerdi; era sempre Hollyoaks – ma in seconda serata, così ci si poteva mettere sesso, droga, lo sai [ride], tutte le cose fighe di questo tipo.

L: Quindi hanno una versione 'sicura' e una no...

F: Gia, proprio così. La versione sicura è nella fascia delle 6:30 [PM]

L: Okay.

F: Quello è stato davvero forte. Avevo un personaggio davvero buono, davvero interessante. Ho lavorato con molti di loro. E' stato piacevole perchè era un cast molto carino, giovane e forte, e con loro si faceva tanto 'buon' lavoro. Inoltre, c'erano anche un sacco di feste fighe a cui andare. E' stata una bella cosa andare lì direttamente dopo la scuola di recitazione, come introduzione all'industria della recitazione.

E: e dopo di questo, hai fatto le Avventure di Sarah Jane, che ad un certo punto sono arrivate alla BBC.

F: Si si si! Le Avventure di Sarah Jane! Voi ragazzi avete sentito parlare del Dottor Who?

E: Oh si che ne abbiamo sentito parlare.

F: Le Avventure di Sarah Jane sono una specie di telefilm gemello del Dottor Who. E' per bambini. In pratica è il Dottor Who per bambini. Sarah Jane è una delle precedenti compagne del Dottor Who, dagli anni 60, e io sono stato invitato per due episodi speciali, in cui c'era il Dottor Who – Matt Smith, come anche uno dei vecchi compagni. Jo Grant. Ho interpretato il nipote di lei. E' stato proprio, proprio...solo due episodi, ma è stato così divertente! Abbiamo speso tre settimane buone solo a correre a caccia di alieni [ride]. Divertente, davvero divertente.

L: Eri un fan del Dottor Who prima di questo? Era qualcosa che guardavi?

F: Oh, [ride] no.

L: [ride].

F: Non avevo mai guardato il Dottor Who priam di questo. Non sapevo nemmeno cosa fosse un TARDIS. Ho dato un'occhiata alla mia sceneggiatura e poi fino in fondo. Pensavo ''ma che è un TARDIS?''. Ovviamente, ho fatto un po' di ricerca e visto che ero nel telefilm l'ho guardato. Sono molto orgoglioso di far parte di qualcosa che nel Regno Unito è un affare così grosso.

E: Che differenze hai trovato, ora che hai fatto esperienza di una produzione americana?Che differenze ci sono? E' solo un fatto di soldi? O ci sono delle differenze culturali sul come procedere?

F: non ci sono vere differenze. E' stato girato in Irlanda del Nord, quindi avevi ancora qualcosa molto – non britannico ma...tipo un modo di fare europeo. La squadra era costituita soprattutto da europei. La sola differenza direi che sia il livello di dettaglio a cui si spinge. Voglio dire, TUTTO è così dettagliato. Tutto così ricco. Dai costumi al set ad ogni cosa. E' davvero stupefacente.

L: quando hai cominciato Game of Thrones, avevi fatto ricerche prima del provino? Come hai ottenuto il provino?

F: Ero al mio ultimo giorno delle Avventure di Sarah Jane, ed ero nel mio camerino. Sedevo lì e pensavo ''Ok, e ora? Che faccio ora? Che farò?'' E ho ricevuto questa chiamata dalla mia agente e veramente...no no no. Prima di questo avevo...il primo provino per Game of Thrones era stato quando ancora non avevo nemmeno ottenuto Hollyoaks. Era un provino per Jon Snow. Era per il pilota. Così ho avuto il provino e sono andato avanti. Ho guardato brevemente su Wikipedia e simile e ho guardato cos'era. Sono andato al provino ed è andato davvero bene. Poi una settimana dopo mi hano richiamato per Jon Snow. Ci sono riandato ed è andato molto bene, ma è stata l'ultima volta che li ho sentiti. Poi ho avuto Hollyoaks e poi le Avventure di Sarah Jane.

Così, ero in camerino, il mio ultimo giorno, pensando 'cosa andrò a fare?'. Ricevo questa chiamata dalla mia agente. Mi dice ''Oh, okay, ciao. Ho un provino per te domani''. Adesso tieni in mente che ero in Galles in quel momento, ed avevo il provino il mattino dopo a Londra alle...10? 11? E lì in Galles erano circa le 4 del pomeriggio! Ero un po' [parolaccia]! Ok, fico. Ok, grande! Ho un provino! Un altro provino per Game of Thrones! Ho capito che dovevano aver deciso la stagione dopo il pilota. Ho pensato 'questa è una cosa grossa'. Così mi hanno spedito la sceneggiatura per Loras e l'ho guardata brevemente. Non avevo il tempo di fare una ricerca seria su tutto il personaggio. Sapevo che era un cavaliere da torneo famoso e rispettato in tutti i regni – ma era tutto lì. Sono andato e ho fatto il provino, sono tornato indietro in Galles e sono andato lì. Il provino è andato bene...ma io non lo sapevo. Sono partito pensando 'Mannaggia, ragazzi, avrei potuto far meglio'. Mi sono un po' fustigato. Non pensavo davvero che sarei stato richiamato. Poi una settimana dopo la mia agente mi chiama ''Oh, sei stato richiamato da Game of Thrones'' e io ero tutto ''Ma davvero? Wow! Stupendo! Grande'' e dopo invece 'Ehi, stavolta ho una settimana per preparare la scena'. Così ho guardato su internet tutte le informazioni fondamentali sul personaggio.

A quel punto ho notato che aveva una relazione con Renly, il che mi ha interessato molto ed ha aggiunto un altro livello al personaggio. Così quando ho fatto questa scena...perchè prima avrei fatto questa scena e non avrei saputo davvero chi era Renly; pensavo che fosse solo il mio comandante o qualcosa del genere. Non avevo capito davvero che avevano una relazione in corso. Poi quando l'ho capito è stato tipo 'Ommiodio. Come ho fatto a fare il provino senza saperlo? E' pazzesco!' Così sono tornato e ho rifatto il provino, e si, si si: è andato davvero bene. Una settimana dopo mi hanno chiamato al telefono ed ho avuto la parte.

E: Credo che George abbia proprio accennato nel suo Not a Blog di aver visto il nastro di un provino, e la scena che ha visto – SPOILER ASOS – è una scena dal terzo libro in cui Loras si confronta con Jaime e Brienne. E' stato questo il tuo primo provino? O il secondo?

F: tutti e due. E' stato lo stesso provino per tutte e due le scene.

L/E: Oh, ok.

F: ovviamente la prima volta non sapevo davvero com'era tutta la storia.

E: Giusto. Quindi dev'esser stato...questo ti ha affascinato nell'evoluzione del personaggio?

F: Mm! Si, decisamente! Perchè poi ho guardato bene il viaggio che compie il personaggio, che è enorme. La cosa che mi stupisce di Loras è, diciamo, e specialmente nel modo di scrivere di George, è il fatto che nei libri non è uno dei PDV. Non è uno dei personaggi principali, ma lo stesso c'è così tanto nel personaggio. Passa per così tanto. E' talmente ben fatto e a tutto tondo, e ancora non è...non un giocatore importante dei libri. Credo che sia incredibile. Mostra davvero un modo di scrivere fantastico.

L: Penso che sia uno dei punti di forza di George. Ha così tanti personaggi PDV che pensi che tutti gli altri debbano essere pesci piccoli. Persino quando hanno parti molto piccole del libro, si assicura che siano ben caratterizzati, quindi penso che io e molti degli attori abbiamo sperimentato sensazioni simili, trovando che 'io ho questo ruolo che è, sulla carta, relativamente piccolo', ma c'è molto di più dietro.

F: E quando guardi da vicino, diventa 'Wow'. Questi personaggi sono semplicemente più complessi e a tutto tondo quanto Cersei o Jaime Lannister o Ned Stark. Il personaggio di ciascuno ha una storia enorme.

E: Cosa prenderesti di Loras come...cosa lo fa scattare? Cosa c'è al centro del personaggio, per te e per la tua interpretazione?

F: Penso che nei primi libri...penso che sia la sua relazione con Renly. E' qualcosa di grosso. E' un cavaliere famoso, è ben rispettato e questo è molto importante per lui – ma penso che la cosa a cui tiene di più nella vita sia la sua relazione con Renly e la loro visione di quello che possono ottenere insieme.

E: Quindi sta avendo una parte nel gioco del trono, come fai capire; hanno una visione di come le cose dovrebbero essere.

F: Sicuro, sicuro sicuro. Si ragazzi. Proprio, proprio, proprio. Hanno – puoi vedere quando arrivano al secondo libro che non stanno giocando. Vogliono governare. Vogliono il potere tanto quanto tutti gli altri. Anche i Tyrell, specialmente. Credo – adesso questa è solo la mia opinione, quello che credo io – che anche i Tyrell stiano complottando per arrivare al trono pure loro. Ci sono dentro tutti. E' pericoloso. E' eccitante.

E: Questo è interessante. Ci sono alcuni fan online che hanno una teoria sulla Grande Cospirazione Tyrell e ci credono completamente.

L: [ride]

F: L'ho visto, l'ho visto! Io davvero...eh si! Penso che sia più che possibile. Guarda soprattutto a quello che hanno fatto i Tyrell finora. Sembra che porti tutto in quella direzione no?

E: Ora possiamo capire, immagino, che nella prima stagione reale vedremo un po' più di questo aspetto politico, perchè nel primo libro se ne vede la forma, ma non è l'aspetto principale.

F: no, non proprio. Sarà comunque fedele ai libri. Ma perlomeno nella mia testa, come personaggio, e soprattutto proseguendo nel secondo libro e nella seconda serie, si spera che...

E/L: Dita incrociate!

F: Dita incrociate. Si. - che si possa giocare su questo, e si spera che lo rivelino, perchè credo che sia molto interessante. Tuto questo...i Tyrell che cercano di entrare in gioco, di montare il tutto.

E: Ovviamente, come hai accennato, Renly – è interpretato da Gethin Anthony.

F: Mmm.

E: Com'è stato il tuo rapporto di lavoro con lui? Perchè so che quando ero a Belfast, e mi hanno mostrato tutti gli studi della Paint Hall...mi hanno mostrato tutto tranne la Fortezza Rossa, e mi hanno detto che era chiusa perchè...

F: [ride] Stavamo girando la nostra scena.

E: Allora, com'è stato?

F: Grande! Davvero forte, ragazzi. Quando ho avuto la parte, Gethin mi ha mandato un messaggio su Facebook, dicendo tipo ''Ciao, sono Gethin. Ti va di uscire a bere qualcosa?'' Io ho pensato 'Grande!'. Ci siamo incontrati per un drink e siamo andati subito d'accordo. Voglio dire, siamo davvero buoni amici. Mi ha chiamato stamattina mentre ero a letto, e mi ha chiesto di uscire la prossima settimana, ma ero troppo stanco, quindi l'avevo messo sul silenzioso. Ma si, andiamo davvero d'accordo. E' davvero un bene che siamo amici, a causa delle scene. Perchè dobbiamo essere amanti. Credo che aiuti molto il fatto di essere...come si dice...tipo...

E: A vostro agio l'uno con l'altro?

F: Si, esatto. Possiamo scherzarci su ma possiamo anche trattare la cosa molto seriamente. Abbiamo avuto molte discussioni sulla nostra relazione – la relazione tra i personaggi, e quello che significherebbe in quel mondo e tutto il resto. E' un rapporto di lavoro molto buono, sano.

E: Detto questo, quel giorno, com'è stato?

F: E' stato grande!

E: Avete dovuto raccogliere il coraggio?

F: Si

E: Siete andati dritti al punto?

F: La notte prima, ci abbiamo scherzato su, dicendo ''Oh, ne ho bisogno'', ma appena sei sul set, appena sei in costume, appena sei in quel mondo, non puoi fare a meno di essere in quel mondo. E' così dettagliato. E' tutto così ricco. Semplicemente non c'è il tempo di pensare a te stesso come attore. Sei semplicemente quel personaggio. Stai recitando quella scena. Sei in quella storia. Perchè la storia è ricca – specialmente la relazione tra Loras e Renly – perchè è così dinamica. Voglio dire, per quanto mi riguarda, non posso fare a meno di non pensare nemmeno ad essere a disagio. Non ti viene nemmeno in mente. Per quel che mi riguarda, quando sono in quel ruolo con Renly, sono pazzamente innamorato di lui e questo e tutto. Tutto qui.

E: Hai mai letto fantasy prima di avere questo lavoro?

F: Mai!

E: Mai, davvero?

F: Mai mai mai. Mi ricordo...quando all'inizio ho guardato il lungo, grosso riassunto su Wikipedia o simile, prima di leggere i libri – il che penso mi ha davvero aiutato perchè ci sono così tanti nomi e succedono così tante cose – è stato davvero utile avere una visione in blocco di tutta la serie prima di entrarci. Dopo ho potuto davvero concentrarmi su quello che succedeva perchè non sono abituato al fantasy. Ma è grande! L'ho raccomandato a così tanti amici. Penso di avere almeno quattro amici al momento a cui ho detto, tipo, ''Ok, devi leggere questi libri''. E loro, diciamo ''Ah, va bene''. E io ''No, seriamente. Questa è la mia copia. Leggila''. Entro tre settimane, tornano da me e dicono ''Oddio, ce l'hai il prossimo?'' Siamo arrivati al punto in cui due amici in realtà...voglio dire, io sto per finire la prima parte del terzo libro – ma ho amici a cui ho raccomandato i libri che li hanno già finiti. Vengono da me e dicono cose come ''O mio Dio, quando è successo questo, non è stato davvero grande?'' E io, tipo, ''Oh, non l'ho ancora letto''. Ma si, è davvero forte. I libri sono fantastici.

E: mi ricordo di aver visto su Twitter che ad un certo punto hai finito per perdere la tua copia di A Storm of Swords – su un aereo, vero?

F: Credo di averla lasciata sull'aereo di ritorno dall'Irlanda, una volta. Penso di averla lasciata sul sedile, da stupido. Poi sono riuscito ad averne una da Amazon. Ma ora ho uno di questi Kindle!

E: Oh, davvero?

F: Il che è una gran cosa! Ho tutte le copie dei libri là dentro, le sceneggiature e tutto quanto. E' così utile perchè te lo puoi portare dietro. Il meglio è che se, diciamo, vuoi trovare qualcosa sul tuo personaggio, scrivi semplicemente 'Loras'. Ed esce fuori ogni volta che Loras è nominato in tutti i libri. Per noi, per un ricercatore sui personaggi, per rinfrescarsi la memoria è davvero utile.

E: Veramente, hai detto una cosa. Le tue sceneggiature sono sul Kindle?

F: Mm!. Perchè sono tutte in formato .pdf.

E: Vedo. Già, così te le porti in qua e là? E' piuttosto comodo.

F: E' lo stesso anche per i provini. Ogni volta che ricevo la sceneggiatura di un provino. Invece di stamparlo, risparmio carta. Puoi mettela lì e [whizz off] al provino. Devi andar lì e si, è molto utile.

E: Quindi quando ti presenti sul set, suppongo...voglio dire, puoi avere un Kindle e leggere da lì e...?

F: Si, magari per la stagione 2! Non l'ho mai avuto per la stagione 1. Veramente, Brian Cogman ne ha uno. Mi ha fatto venire l'idea di averne uno. Mi ricordo che stavamo filmando le scene del torneo e lui stava giocherellando con questo coso. Io ho fatto, tipo, ''Amico, cos'è quello?'' e lui ''Oh, è un Kindle'' e mi ha mostrato tutte le sceneggiature lì sopra e tutto quanto. Mm. E' molto utile. Molto, molto utile.

E: Hai parlato del torneo ovviamente e quello si pensa sarà la scena principale per il personaggio nella prima stagione.

F: Si, si.

E: Com'è stato? Perchè, voglio dire, ho visto foto del set, e abbiamo visto alcuni video. Sembra semplicemente fantastico.

F: E' bello, davvero bello. Abbiamo girato per cinque giorni, credo. Cinque giorni. E' sttot grande. Ero in armatura per tutto il girono per cinque giorni. [ride]. Si, grande; davvero bello. Sedersi qua e là per il set in questa grossa armatura, seduto male su questa cosa e chiedendo a qualcuno di passarmi un po' d'acqua. Grande. Proprio grande.

E: Era così tanto scomodo, davvero, essere in armatura? E' più leggera di quello che pensavi?

F: Non tanto. La squadra dell'armatura ha fatto davvero un buon lavoro nel renderla flessibile e confortevole il più possibile, ma alla fine, è un'armatura. Starci dentro 9 ore al giorno, non direi...non era scomoda. Ma alla fine della giornata, quando te la togli – specialmente con la maglia di ferro e tutti gli altri pezzi e parti – quando te la togli, ti senti tipo ''Aaah...wow''. Devi andare a casa e farti un bagno e raffreddarti. Ma è stato bello. Io sentivo come se avessi fatto un giorno di buon lavoro, con tutta quest'armatura addosso.

E: Adesso ti mando questa immagine che – eh, non lo so – in realtà è una che tu hai postato un po' di tempo fa. Te la mando tramite Skype, e puoi dargli un'occhiata. Volevo chiederti di lei.

F: [riceve l'immagine] Oh! Oh si [ride]

E: Questa è un'immagine di te che ti fotografi mentre prendi lezioni di equitazione, e c'è Conan – Conan Stevens, che interpreta Gregor – dietro di te, senza maglietta.

F: Questo ti riporta indietro...Era al maneggio. Il Devil's Horsemen. Era a Milton Keynes, e per buone cinque settimane, avevo lezioni da due ore ogni settimana. Sono andato a questa scuola di equitazione, e ho passato un'ora nel recinto, a imparare come si cavalca e come si giostra, piano piano ci sono arrivato. L'ora successiva siamo usciti in campagna, quella che vedi dietro [indica l'immagine]. Stavamo giusto ad un trotto leggero, o a galoppare in giro, ed era bello. Questo [indica l'immagine] è stato quando...è stato davvero divertente. Conan è un tipo fantastico, ma ha questa cosa di doversi togliere sempre la maglietta. [ride]. Io e Camilla, la signora dei cavalli, eravamo tutti ''Ma è sempre senza maglietta! Sempre!''. Uscivamo a cavalcare da qualche parte e tornavamo...e lui era nel recinto, a giostrare, e davvero ho dovuto fare una foto a Conan che cavalcava senza maglietta [ride].

E: hai accennato al giostrare. Ho parlato un po' con Conan ed ha detto che quando si arriva a giostrare davvero – ai colpi veri – quelli sono cascatori. Li abbiamo visti in uno dei video e abbiamo visto...il tuo cascatore, credo?

F: Si, si.

E: Era del Devil's Horsemen?

F: Si, si. Erano di lì. Era una cosa a strettissimo contatto, una squadra che lavorava molto duro – e io li avevo incontrati tutti prima. Penso, davvero, che la ragione per cui mi abbiano insegnato a giostrare, anche se non avrei dovuto farlo davvero, sia che in questo modo poteva sembrare che sapessi farlo. Non ci sono state esitazioni. Insegnavano anche quello, così quando sarei arrivato lì, se dovevano filmarmi con una lancia in mano, entrando in lizza – ero lì, capito?

E: E' stato davvero figo che tu l'abbia fatto davvero. Non lo so. Queste lance sono di balsa? O erano pesanti?

F: Erano pesanti davvero. Molto, molto, molto pesanti. Voglio dire, grazie a Dio che la squadra dei cascatori ha fatto la parte maggiore delle scene di giostra perchè non credo che le mie braccine avrebbero potuto farcela. Voglio dire, davvero – Loras deve riempirsi [ride]. Sono così pesanti. Pensi di saperlo. E l'armatura non era nemmeno una vera armatura. Se ripensi a come dev'essere stato, ai tempi in cui questi tizi lo facevano davvero – è semplicemente pazzesco. Non so come facessero...perchè l'armatura è così inflessibile. Le giostre sono così pesanti. Voglio dire, dovevano essere delle vere macchine, davvero.

E: Lo so, ho visto dei vecchi dati archeologici. Hanno questi tizi con queste spalle muscolose e il braccio destro pure, per il fatto che usano la spada e portano una lancia...

F: Sono davvero, davvero pesanti! Specialmente con l'armatura in aggiunta. Mi è servito aiuto per salire sul mio cavallo e oh si! Avevi una persona dietro di me, che mi spingeva su il didietro sul cavallo, l'altra persona dall'altra parte per portarmi giù la gamba...Questo non è stato nemmeno con l'armatura seria, quindi cosa dev'essere stato, non lo so.

E: così sei dovuto stare su quel cavallo – abbiamo una foto di te a cavallo – e dovevi apparire a posto mentre lo facevi, come se fossi nato in quell'armatura, come se avessi cavalcato tutta la vita.

F: Si, ci sono stati un sacco di aggiustamenti e di pratica e roba così, così ho preso confidenza ed ero contento di essere sul cavallo. Penso di esserlo sempre stato. Quando stavo praticando sul cavallo, mi è venuto in un certo senso naturale. So che un sacco di persone si spaventano un po' dei cavalli e non sanno davvero come starci sopra. Sono stato fortunato? E mi è andata bene? Quello.

E: Ho sentito qualcuno che era sul set dire che c'era un problema con la visiera – che a volte continuavaa cadere giù?

F:Oh, si. Non è stato questo granchè in realtà. Solo, ogni tanto, continuava a scendere perchè il cavallo saltellava così tanto. A volte, quando vorresti galoppare, la visiera tende a scivolare giù un po', ma è stato aggiustato facilmente.

E: So che la scorsa settimana, credo che parte del cast e della squadra abbiano visto in via speciale due episodi. Lo so che non puoi davvero parlarne molto, ma quali sono state le tue impressioni? Era come l'avevi immaginato? Era al di là di quello che avevi immaginato?

F: Oh, era totalmente al di là di quello che avevo immaginato. Era...aaahh...stupefacente. Assolutamente stupefacente. Dopo che sono usciti i due, penso che ci fosse completo silenzio nella stanza, tutti potevano solo assimilare. E' stato un vero momento di 'Wow, sta succedendo davvero'. Tutti quei mesi in cui abbiamo lavorato così duro per...e vederlo sul grande schermo...pensi solo 'Oh mio Dio, sta succedendo davvero! E' fatto! E' fantastico! Ci ha completamente spazzato via. Completamente.

E: E se, di nuovo, ci sarà una seconda stagione, c'è qualcosa dalla tua personale esperienza di lettura che non vedi l'ora [di fare]?

F: Oh! Se viene confermata e si arriva a tutta la parte della relazione tra Loras e Renly, penso che per Loras ci sia così tanto, così tante cose che gli capitano nel secondo libro. Anche da prima – mi dispiace se questo sarà uno spoiler – anche prima che Renly muoia, c'è tutta la faccenda con Brienne. Brienne arriva è c'è tutto il triangolo di gelosia tra Renly, Loras e Brienne, quindi Loras deve affrontare questa cosa.

In più, c'è il fatto che Margaery sposerà Renly, e quindi per Loras, c'è tutta l'idea che sua sorella potrebbe dover dormire con il suo amante. Penso proprio che sia molto complesso per il personaggio e che ci siano molte cose in ballo. Poi, quando Renly muore – come dicevo prima, hai detto ''quali sono le motivazioni di Loras?'' E' il suo amore per Renly...voglio dire...sigh, non posso nemmeno immaginare cosa dev'essere per Loras perdere l'unica persona di cui gli importa. E' sotto una tale pressione: è famoso in tutto il paese, tutte le donne lo adorano, completamente, ma tutto questo non gli importa davvero. E' una cosa che apprezza e rispetta, ma per quel che lo riguarda lui ha ....ha trovato il suo vero amore, ed è tutto ciò che gli interessa. Quindi quando Renly muore...beh, wow. Che cosa fa? C'è una bella scena in cui prende Renly e lo seppellisce, il che penso è davvero bello. Tutta l'idea è qualcosa di speciale. Quindi cosa gli resta? Si unisce alla Guardia Reale per proteggere sua sorella. Penso che potrebbe essere – se scelgono di seguire questa strada – una stagione molto complessa e interessante per Loras.

E: Sono completamente d'accordo su questo, e penso che sarebbe una gran cosa vedere più dei Tyrell nella seconda stagione. Qualche progetto futuro di cui vuoi parlare, o altro che hai in mente e che vorresti condividere con la gente?

F: Al momento niente. Ho fatto provini per tutto l'anno e mi sono avvicinato a qualcosa. Come attore devi mantenerti coi piedi per terra e sano di mente. A volte le cose non funzionano, ma devi credere che andrà tutto bene. Spero davvero che la seconda stagione venga confermata, e che possiamo vedere cosa ne esce abbastanza presto.

E: Meraviglioso. L'ultima cosa che vorrei chiederti: so che sei un grande amatore di musica e che eri a questo concerto dei Caribou...

F: Si, si.

E: C'è della musica che vuoi raccomandare alla gente?

F: Oh! Eehh. Wow wow wow. Sono un grandissimo fan di Arcade Fire al momento. Sono così felice che abbiano vinto il Grammy. Stanno andando davvero bene. Andrò a vederli ad Hyde Park tra un paio di mesi. Inoltre, c'è una band chiamata Icd soundsystem – Newyorkesi -e faranno la loro ultimissima performance a New York ad aprile. E' – è già stato – venduto tutto, in pochi minuti. Sono riuscito ad avere i biglietti, e ci vado. Non vedo l'ora. I Caribou erano grandi. Li ho visti dal vivo. Sono così tanti. Continuerò a fare aggiornamentei su Twitter. Vi bombarderò continuamente con cinguettii eccitati come 'Ommiozio! Questa canzone è stupenda! Andate a sentirla! [ride]. E' quello che faccio di solito.

E: Meraviglioso. Okay, grazie mille! E' stato un piacere parlare con te.

 



 


Commenta sul Forum