La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Intervista a Martin sui grandi eventi di ADWD


Fonte: EW

Se avete finito A Dance With Dragons di George R.R Martin, avete probabilmente avuto almeno uno shock che vi ha fermato il cuore, con qualche altra sospresa un po’ meno dannosa per il sistema cardiaco.  Qui sotto Martin risponde ad alcune delle domande brucianti di EW riguardo ai plot twist del romanzi. Ma c’è un avvertimento molto serio: Questo post contiene importanti spoiler dal quinto romanzo della saga del “Ghiaccio e Fuoco”. Non continuate a leggere a meno che non abbiate finito ADWD.

Okay, ultimo avvertimento: qui c’è un’intervista che è stata condotta dopo che alcune copie di ADWD sono sfuggite, ma prima che il libro fosse uscito ufficialmente.

ENTERTAINMENT WEEKLY: Quindi perchè hai ucciso Jon Snow?
GEORGE R.R. MARTIN: Oh, tu credi che sia morto, vero?

Beh, lo immagino. Sì. Questo è il modo in cui l’ho presa. Dal modo in cui è stato scritto, sembrava che fosse mortalmente ferito... e, lo sai, sei stato tu!
Beh. Non ho intenzione di indirizzarvi se lui è morto o no. Ma riguardo al perché, non hai pensato che il testo avesse reso chiaro il motivo per cui lo hanno voluto assassinare?

La narrazione aveva perfettamente senso. Guardando i libri a in retrospettiva, tutte le decisioni che Jon ha preso, e tutte le premonizioni che c’erano, sì, hai giocato correttamente. Al tempo stesso, è stato devastante e sospetto che i fans grideranno. Il più grande dopo...
Il più grande dai tempi delle Nozze Rosse, sospetto.

Da quanto avevi intenzione di far succedere questo incidente?
Da tanti anni. Certo materiale su Melisandre che avvisa Jon dei “pugnali nel buio” è stato scritto molti anni fa.

E’ un capitolo duro in termini di aspettative dei fans. Vai da questo totale picco di Jon, dando questo discorso d’incitamento sull’inseguimento del malvagio Ramsay Bolton, a questo totale ribasso dei suoi uomini che si rivoltano contro di lui. Quindi non si suppone che i fans tirino le conclusioni che lui sia morto?
Da quello che vedo dalle prime reazioni, ammetto che sono solo un campione, penso che i fans si divideranno a riguardo finché non esce il nuovo libro.

Non ero nemmeno sicuro che Ramsay stesse dicendo la verità nella sua lettera quando ha detto che la battaglia è già stata combattuta e vinta, non so se si supponesse che noi la prendessimo come vangelo.
I miei lettori dovrebbero ben sapere di non prendere qualsiasi cosa per vangelo, a meno di non vederla con i propri occhi, e anche lì qualche volta uso il “narratore inaffidabile”. No. Non dovrebbero prenderlo come verità. Cosa mi dici di Mance Rayder: hai pensato che fosse davvero morto?

Sì. E mi è piaciuta la rivelazione che lui fosse un bardo alla corte di Ramsay a Grande Inverno, ma ero così ottuso che non mi sono reso conto che fosse lui finché non ho letto la lettera di Ramsay verso la fine.
A parte il fatto che Mance va a sud e dice che si porterà sei mogli di lancia, c’è una leggenda che Jon senta da Ygritte riguardo a Bael il Bardo, che era un re del nord che si è atteggiato da bardo e si è infiltrato a Grande Inverno. Mance si denomina “Abel”, che è “Bael” con delle lettere spostate. E’ sorprendente quello che i fans hanno colto e quello che non hanno colto. Tutta la controversia su Renly e Loras. [Gli spettatori che dicono] “la HBO ha reso questi personaggi gay!”

Si è sempre alluso con fermezza a ciò.
E molti lo hanno capito, ma molti no. Ancora ricevo lettere a riguardo. Erano ignari quando hanno letto i libri e i produttori lo hanno reso esplicito.

Una cose da cui confesso di essere frustrato è il primo capitolo di Tyrion dove poni l’aspettativa che lui incontrerà Dany, e io mi sono emozionato. Poi intorno alle 600 pagine dopo mi rendo conto: “ok, non succederà, almeno non in questo libro”.
Sì, è qualcosa come “portarli insieme ma non dar loro la conferma”. In qualche modo non è così diverso dalla tensione sessuale nei TV Show — Catherine e Vincent [in Beauty and the Beast] si baceranno finalmente? Stessa filosofia. E’ un genere di  materiale con cui combatto. Potevo finire col prossimo capitolo: Tyrion scende dalla barca e c’è Dany. Ma il viaggio in sé ha il proprio interesse.

Uno dei miei capitoli preferiti, forse dell’intera serie, è stata la camminata della vergogna di Cersei. Ero preso.
E’ stato un capitolo interessante da scrivere, e basato su reali eventi medievali. Jane Shore, l’amante di Re Edward IV, è stata punita in quel modo dopo la morte di Edward. Sarà una scena controversa quando uscirà: è misogina o femminista? Non è mai stato una punizione inflitta agli uomini. Era una punizione diretta a donne per spezzarne l’orgoglio. E Cersei è caratterizzata dal suo orgoglio.


Commenta sul Forum