Golfo dei Naufragi

Da La Barriera Wiki.
Jump to navigation Jump to search
Mappa di The Lands of Ice and Fire rielaborata by Grazia Borreggine©

Il Golfo dei Naufragi è un'ampia insenatura della parte occidentale del Mare Stretto, su cui si affacciano le coste orientali delle Terre della Tempesta.[1] Deve il suo nome alle improvvise tempeste che vi hanno luogo e rendono pericolosa la navigazione.[2]


Posizione geografica

Il Golfo dei Naufragi si estende per oltre duecentocinquanta miglia in direzione est-ovest e per poco meno di duecento secondo l'asse nord-sud. È delimitato per tre lati dalle coste di Westeros, mentre ad oriente la sua confluenza nel Mare Stretto è idealmente delimitata dall'isola di Tarth.[1]

La costa è prevalentemente rocciosa.[3]

Insediamenti

Sul Golfo dei Naufragi si affacciano molti dei principali castelli delle Terre della Tempesta tra cui Capo Tempesta, sede della Nobile Casa Baratheon.[1] Una grotta sottomarina nella scogliera sottostante, navigabile solo durante l'alta marea e ben difesa da grate metalliche e feritoie per arcieri, conduce a un porticciolo artificiale che consente un accesso diretto alla fortezza.[3]

Eventi

Nella seconda metà del terzo secolo dalla Conquista una violenta tempesta fa affondare la Orgoglio dei Venti, causando la morte, tra gli altri, del Lord di Capo Tempesta Steffon Baratheon e di sua moglie Cassana Estermont.[2]

Nel corso della Ribellione di Robert Baratheon, il contrabbandiere Davos attraversa il Golfo dei Naufragi con un piccolo vascello e aggira il blocco navale per portare dei viveri alla guarnigione di Capo Tempesta durante l’assedio delle forze lealiste.[3]

Note