Varys

Da La Barriera Wiki.
Jump to navigation Jump to search
Varys
IMS 001.png
Dati personali
Lord Varys
Ragno Tessitore
Maestro dei Sussurri
Concilio Ristretto
Apparizioni
A Game of Thrones - A Clash of Kings
Serie TV
Conleth Hill
Simone Mori
Prima stagione - Seconda stagione

Varys è un eunuco, che siede nel Concilio Ristretto di Re Robert Baratheon[1] e poi del suo successore Joffrey[2] con il ruolo di Maestro dei Sussurri. Viene chiamato "Lord Varys" e "Ragno Tessitore".[3]


Descrizione fisica

È completamente calvo, con il volto paffuto e la bocca carnosa.[4] Ha il viso incipriato[5], così come le morbide mani. Si profuma sempre e il suo alito sa di lillà.[1]

Nelle sue apparizioni in pubblico indossa pantofole a punta di soffice velluto e una veste filigranata d'oro su una gonna ampia di seta porpora lunga fino ai piedi[1]. È di corporatura robusta, ma nonostante questo cammina con passi leggeri e impercettibili.[6] È un maestro nei travestimenti, grazie ai quali riesce a trasformare il proprio aspetto raffinato in uno più rozzo e sporco, al punto da diventare quasi irriconoscibile[7] grazie alla sua capacità di assumere con naturalezza una diversa andatura, odore e tono di voce.[8][9]

Descrizione psicologica

Varys non ama essere chiamato "Ragno Tessitore", titolo che interpreta in senso dispregiativo.[1]

Ha abitualmente un sorriso untuoso, ma i suoi sorrisi non gli arrivano mai agli occhi.[5] Quando è lontano da sguardi indiscreti abbandona i modi untuosi e melliflui per toni più schietti e sprezzanti.[10]

Costruisce nel tempo una solida fama di efficienza nel suo lavoro di spia. Si serve di una rete di informatori composta da bambini che vengono definiti uccelletti.[1] È inoltre a conoscenza dei passaggi segreti che si diramano attraverso la Fortezza Rossa.[7]

Ritiene che i membri della corte reale possano essere divisi in due fazioni: coloro che sono leali al reame e coloro che sono leali a sé stessi. Si ritiene una pedina facilmente sacrificabile negli intrighi di palazzo, in quanto nessuno ama le spie e gli eunuchi, e per questo agisce con molta cautela, prendendo tutte le precauzioni per sopravvivere.[7]

Nel suo ruolo di Maestro dei Sussurri, Varys deve essere scaltro, ossequioso e senza scrupoli. Nonostante questo e malgrado i suoi complotti per destabilizzare la monarchia regnante, sostiene di desiderare solo il bene del reame e la pace.[4]

Afferma di odiare la magia e coloro che la praticano.[9]

Resoconto biografico

Da Lys ad Approdo del Re

“No, io sogno la voce che venne dalle fiamme azzurre. Apparteneva forse a un dio? Oppure a un demone? O forse era il trucco di un evocatore di spiriti? Ancora oggi, io che conosco tutti i trucchi, non so spiegarlo.”


Varys nasce da uno schiavo di Lys[11], ma resta presto orfano[9] e viaggia per le Città Libere insieme a una carovana di attori.[11] Il suo padrone possiede una modesta imbarcazione con la quale navigano su e giù per il Mare Stretto esibendosi, spingendosi a volte anche fino a Vecchia Città ed Approdo del Re.[9]

Un giorno a Myr un uomo, dopo uno spettacolo, fa al suo padrone un'offerta allettante e lo acquista. L'uomo gli dà poi una pozione che lo rende incapace di muoversi e parlare, e con una lunga lama uncinata lo evira, cantando per tutto il tempo. Dopo l'operazione, brucia le sue parti virili in un braciere: le fiamme diventano blu e Varys sente una voce rispondere all'invocazione dell'uomo in un linguaggio sconosciuto. Fatto questo, l'uomo lo lascia libero, ma Varys scopre che la sua compagnia se n'è andata. Da quel momento in poi, per sopravvivere chiede l'elemosina e vende il suo corpo, diventando poi uno dei ladri più abili di Myr e successivamente una spia.[9]

Raggiunge poi Westeros ed entra al servizio di Re Aerys II Targaryen come informatore, costruendosi nel tempo una fitta rete di contatti fino a diventare Maestro dei Sussurri.[3]

Maestro dei Sussurri di Robert Baratheon

"Una volta il sommo septon mi disse che quanto pecchiamo, altrettanto finiremo per soffrire. Se è vero, dimmi tu, Lord Eddard... per quale motivo sono sempre gli innocenti a soffrire di più mentre voi potenti giocate al vostro gioco del trono?"


Dopo la Ribellione di Robert Baratheon si mette al servizio del nuovo sovrano, ricevendo il perdono reale[12] e conservando la sua carica ed il suo posto nel Concilio Ristretto.[3]

Durante il regno di Re Robert, individua otto dei suoi figli illegittimi.[8] Apprende inoltre dell'incesto tra la Regina Cersei ed il fratello Jaime, ma decide di non riferirlo a Lord Stannis Baratheon che pure aveva avviato indagini sul tema, non vedendo vantaggi in una simile condotta.[8]

Sfrutta Ser Jorah Mormont, cavaliere in esilio nel Continente Orientale, come spia per essere sempre al corrente delle azioni dei principi sopravvissuti della Casa Targaeryn, Viserys e Daenerys.[3] Pur passando al re diverse informazioni, si allea al tempo stesso in segreto con il magistro di Pentos Illyrio Mopatis, favorevole al ritorno dei Targaryen sul Trono di Spade.[6] Nel 298 viene a sapere del matrimonio tra Daenerys e Khal Drogo e lo fa sapere a Re Robert, di ritorno da Grande Inverno insieme a Lord Stark.[3]

Qualche tempo dopo, grazie all'efficienza dei suoi uccelletti viene subito a conoscenza dell'arrivo in incognito di Lady Catelyn Stark ad Approdo del Re, e desideroso di apprenderne i motivi comunica la notizia a Petyr Baelish, amico d'infanzia della donna. Questi la fa condurre alla Fortezza Rossa, e lì Varys si introduce nella conversazione tra i due in merito al pugnale in acciaio di Valyria usato per attentare alla vita di Bran, figlio della donna, mostrandosi dispiaciuto per il bambino e premuroso nei confronti di Catelyn.[1]

Quando Lord Eddard Stark, successore di Jon Arryn come Primo Cavaliere, giunge nella capitale per assumere il suo incarico, viene subito indetta una riunione del Concilio Ristretto, a cui partecipa anche Varys, dando subito il benvenuto a Lord Stark. Insieme a Renly Baratheon, spiega al nuovo arrivato che il re di solito non partecipa alle riunioni, e che quindi si può iniziare a discutere senza aspettarlo.[13]

Durante tutto il periodo di permanenza di Eddard Stark alla Fortezza Rossa Varys lo tiene sotto controllo, dando ai suoi uccelletti il compito di spiarlo costantemente.[11]

Diversi mesi più tardi, alla vigilia del Torneo del Primo Cavaliere, fa una visita notturna a Eddard Stark, attraverso vie segrete e utilizzando un travestimento che lo rende irriconoscibile. Spiega al Primo Cavaliere che la regina sta cercando di indurre Robert a partecipare al torneo in modo che resti ucciso nella Grande Mischia, illustrando poi a Lord Stark i retroscena della situazione politica di Approdo del Re e mostrandogli come Re Robert sia isolato nella sua corte, circondato da consiglieri infedeli mentre il vero potere è nelle mani dei Lannister. Rivela poi al Primo Cavaliere che il suo predecessore, Jon Arryn, è stato ucciso con le lacrime di Lys, e lo invita a trattarlo in pubblico con il consueto disprezzo per evitare di sollevare sospetti indesiderati.[7]

Quando il suo alleato Illyrio Mopatis giunge ad Approdo del Re, i due si ritrovano nei sotterranei della Fortezza Rossa per poter parlare indisturbati, ignari del fatto che Arya Stark li sta ascoltando. L'eunuco spiega a Illyrio che Lord Eddard ha trovato uno dei bastardi di Re Robert e Storia e Discendenze delle Grandi Case Nobili dei Sette Regni, libro utile a dedurre la verità sulle origini dei figli di Cersei Lannister, e che presto, anche a causa del rapimento di Tyrion Lannister da parte di Lady Stark, scoppierà la guerra. Si mostra poi preoccupato per le mosse di Ditocorto, e richiede a Illyrio nuovo oro e altri uccelletti, che il magistro acconsente a fornire.[6]

Ricevuta da Jorah Mormont la notizia della gravidanza di Daenerys Targaryen, Varys riporta la notizia al Concilio Ristretto e vota poi per l'assassinio della ragazza insieme alla maggioranza degli altri consiglieri, dichiarandosi dispiaciuto per tale scelta ma definendola necessaria per il bene del reame. Quando si passa a parlare sul modo di portare a termine l'impresa, Varys propone l'uso di un veleno.[7] In un'altra occasione riferisce a Eddard che diverse compagnie mercenarie stanno convergendo su Castel Granito e che Lord Tywin Lannister intende muovere guerra agli Stark per via del rapimento di suo figlio Tyrion.[14]

Quando Re Robert viene ferito mortalmente da un cinghiale durante una battuta di caccia, Varys lascia intendere a Eddard che nell'accaduto vi sia stato un intervento dei Lannister, che avrebbero usato lo scudiero del re, Lancel Lannister, per servire in continuazione del vino al sovrano e farlo ubriacare. Eddard chiede poi a Varys di annullare l'ordine di uccidere Daenerys; l'eunuco gli spiega che ormai l'ordine è stato dato ma che avrebbe comunque fatto un tentativo.[15]

Alla seduta del Concilio Ristretto convocata subito dopo la morte di Re Robert Varys informa Eddard che Renly Baratheon e Loras Tyrell hanno lasciato Approdo del Re prima dell’alba. La seduta viene interrotta dalle guardie Lannister, che a nome del nuovo sovrano Joffrey intimano a tutti i presenti di recarsi nella Sala del Trono. Lì, l'eunuco assiste all'imprigionamento di Eddard Stark e al massacro dei suoi uomini.[16]

Il nuovo sovrano

"I tuoi fini, lord Varys? E quali sarebbero?" "La pace." Non ci fu la minima esitazione nella risposta dell'eunuco.


Intuendo che la Regina Cersei ha intenzione di far eliminare i figli bastardi del marito, dopo la morte di Re Robert Varys si reca da Tobho Mott e prende con sé il suo figlio illegittimo Gendry, affidandolo subito alle cure del Guardiano della Notte Yoren di modo che questi lo possa condurre alla Barriera.[17] Non riesce tuttavia a salvare la piccola Barra, ritenendola erroneamente al sicuro in quanto un infante.[18]

Suggerisce poi al nuovo sovrano di rimuovere Ser Barristan Selmy dalla Guardia Reale per la sua inadeguatezza nel proteggere suo padre.[5] Quando Re Joffrey mette in atto la proposta, durante la sua prima corte di giustizia, Varys è comunque l'unico che si mostra gentile con l'anziano cavaliere, spiegandogli che Tywin Lannister gli ha concesso un ottimo tratto di terra di fronte al mare a Lannisport. Quando poi Sansa Stark si fa avanti e chiede clemenza per il padre, Varys le fa presente l'entità della sua richiesta, ma poi supporta indirettamente la sua supplica.[2]

Varys si reca a trovare Lord Eddard in prigione, travestito da carceriere, e lo informa della fuga di Arya e della liberazione del Folletto, che non è più ostaggio di Catelyn. Con estrema franchezza, gli dice di non aver intenzione né di ribellarsi ai Lannister né di liberarlo. Dichiarando di desiderare la pace del reame, rimprovera Eddard per la sua ingenuità nel mettere in guardia Cersei sulle proprie intenzioni, svelandogli anche la responsabilità della regina dietro alla morte di Robert. Gli suggerisce poi di sottomettersi e di riconoscere la legittimità al trono di Joffrey, in modo da ricevere in cambio la grazia per l'accusa di tradimento. Eddard inizialmente non accetta di mentire, ma Varys gli fa notare che sua figlia Sansa è nelle mani dei Lannister e gli fa un lungo discorso su come siano sempre gli innocenti a pagare per le scelte politiche dei potenti, portando come esempio il tragico destino della piccola Principessa Rhaenys Targaryen.[4]

In seguito, si trova nella piazza del Grande Tempio di Baelor per assistere alla pubblica confessione di Eddard Stark, e quando Joffrey contrariamente a quanto concordato ne ordina l’esecuzione immediata, cerca invano di fermarla.[19]

Anche sotto il nuovo re l'eunuco continua a servire la corona, informando Cersei di aver ricevuto bisbigli sull'alleanza tra Renly Baratheon, proclamatosi re, e la Nobile Casa Tyrell. Riferisce anche che Lord Stannis sta assoldando mercenari e ha condotto a Roccia del Drago una strega da Asshai.[20]

Un degno avversario

“Varys dà a ciascuno di noi quanto basta per convincerci che senza di lui saremmo perduti.”


Quando il Folletto fa il suo ingresso nella Fortezza Rossa e interrompe una seduta nella sala del Concilio Ristretto, Varys esamina la lettera con cui Lord Tywin gli delega la funzione di Primo Cavaliere e ne certifica l'autenticità. Dopo qualche scaramuccia verbale lascia la sala e, saputo dai suoi uccelletti che l'amante dell’uomo, Shae, si trova all'Incudine Spezzata, si reca alla locanda dove conversa con la donna in attesa che giunga Tyrion. Al suo arrivo, pur accogliendolo amichevolmente, implicitamente lo minaccia facendogli capire di essere venuto facilmente a conoscenza dei suoi segreti.[5] Nei giorni successivi, Varys aiuta poi Tyrion a nascondere Shae in una magione in città[21] e gli mostra un passaggio segreto situato all’interno del bordello di Chataya, grazie al quale può raggiungere la sua amante senza farsi scoprire dalla sorella Cersei.[8]

In seguito, si mostra un utile consigliere del Folletto riuscendo a diventargli sempre più indispensabile. Lo aiuta infatti a liberarsi di Janos Slynt e a prendere il controllo della Guardia Cittadina suggerendogli di metterne al comando Jacelyn Bywater, gli riferisce dei possibili traditori[18], e gli fornisce utili informazioni rivelandogli che il cugino Lancel è diventato l’amante della regina[21].

Successivamente, viene a sapere dai suoi uccelletti del colloquio nel corso del quale Tyrion ha informato Petyr Baelish dell'intenzione di inviarlo nella Valle di Arryn per proporre a Lysa Arryn il fidanzamento tra la Principessa Myrcella e Lord Robert, e che il Folletto si è rivolto al Gran Maestro Pycelle per inviare un messaggio al Principe di Dorne Doran Martell. Recatosi da Tyrion ipotizza che questo messaggio attenga all'invio del Principe Tommen come protetto a Lancia del Sole, oltre alla promessa di giustizia e di un posto nel Concilio Ristretto, e l'uomo ammette con lui che questo è il suo piano.[22] Solo in un secondo momento l'eunuco scopre di essere stato ingannato sul punto dal giovane Lannister, che in realtà intendeva verificare l'affidabilità dei principali consiglieri.[23]

Qualche tempo dopo l’arrivo della lettera in cui Stannis Baratheon rivendica il Trono di Spade denunciando l’illegittimità dei figli di Cersei[8], Varys informa il Concilio Ristretto della morte improvvisa di Re Renly Baratheon, riportando le discordanti informazioni sulla causa dell'evento. Quando Tyrion propone di inviare un'ambasciata ai Tyrell per portarli dalla loro parte con la proposta di un matrimonio tra Joffrey e Margaery Tyrell, l'eunuco si esprime favorevolmente insieme agli altri membri del concilio.[24]

Appreso in seguito della caduta di Capo Tempesta Varys, travestito da confratello implorante, si reca a trovare Tyrion alla magione di Shae per avvertirlo che Stannis Baratheon si prepara a marciare sulla capitale. Discutendo con lui sulle strane circostanze della morte del castellano Cortnay Penrose, l'eunuco gli spiega il suo odio per la magia confidandogli la sua storia. Suggerisce poi a Tyrion, che vuole mettere Shae al sicuro, di portare la donna a corte, come cameriera di una qualche cortigiana; le trova quindi un impiego presso Lollys Stokeworth, rimasta incinta nel corso della sommossa, rivelando alla madre che la cameriera attuale ha rubato dei gioielli alla padrona.[9] Aiuta inoltre i due amanti ad incontrarsi conducendo Shae nella stanza da letto del Folletto attraverso un passaggio segreto della Torre del Primo Cavaliere.[25]

È sempre lui ad informare il Concilio Ristretto della presa di Grande Inverno ad opera degli Uomini di Ferro[26] e della morte di Bran e Rickon Stark.[25] Informa altresì Tyrion del complotto degli Uomini Cervo, suggerendo che vengano sgominati[26]; allo stesso tempo riferisce alla Regina Cersei che il Folletto intende togliere a Sandor Clegane il compito di proteggere Joffrey.[25]

Titoli

PredecessoreMaestro dei SussurriSuccessore
???Varys
???-???
???

Note