Differenze tra le versioni di "ACOK67"

Da La Barriera Wiki.
Jump to navigation Jump to search
 
(15 versioni intermedie di 2 utenti non mostrate)
Riga 1: Riga 1:
 
{{ Capitolo
 
{{ Capitolo
 
| Titolo = ACOK67 - TYRION
 
| Titolo = ACOK67 - TYRION
| Immagine = LRDD_Oscar
+
| Immagine = ACOK-Mondadori-02-B
 
| Legenda = <center>La regina dei draghi<br />(Mondadori)</center>
 
| Legenda = <center>La regina dei draghi<br />(Mondadori)</center>
 
| POV = [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion Lannister]]
 
| POV = [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion Lannister]]
Riga 13: Riga 13:
 
}}
 
}}
  
[[ACOK67]] è il trentaseiesimo capitolo de ''[[Il regno dei lupi]]'' e il sessantasettesimo de ''[[A Clash of Kings]]''.
+
[[ACOK67]] è il trentaseiesimo capitolo de ''[[La regina dei draghi]]'' e il sessantasettesimo de ''[[A Clash of Kings]]''.
  
 
È l'ottavo capitolo dedicato a [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion Lannister]] de ''[[La regina dei draghi]]'', il quindicesimo de ''[[A Clash of Kings]]'' e il ventiquattresimo de ''[[A Song of Ice and Fire|Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco]]''.
 
È l'ottavo capitolo dedicato a [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion Lannister]] de ''[[La regina dei draghi]]'', il quindicesimo de ''[[A Clash of Kings]]'' e il ventiquattresimo de ''[[A Song of Ice and Fire|Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco]]''.
Riga 21: Riga 21:
  
 
== Sinossi ==
 
== Sinossi ==
{{Citazione | Testo = "Questa non è la mia stanza" si rese conto. "Non è nemmeno la Torre del  Primo Cavaliere." Qualcuno lo aveva spostato. Il suo urlo di rabbia venne fuori come un lamento soffocato. "Mi hanno messo qui dentro a morire".}}
+
{{Citazione | Testo = "Questa non è la mia stanza," si rese conto. "Non è nemmeno la Torre del  Primo Cavaliere." Qualcuno lo aveva spostato. Il suo urlo di rabbia venne fuori come un lamento soffocato. "Mi hanno messo qui dentro a morire."}}
 
Riportato incosciente alla [[Fortezza Rossa]] dopo la [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|Battaglia delle Acque Nere]], [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] giace in un letto in preda al dolore per le ferite subite, ma nonostante i suoi sforzi di affrontare la situazione con coraggio sprofonda nuovamente nel torpore.
 
Riportato incosciente alla [[Fortezza Rossa]] dopo la [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|Battaglia delle Acque Nere]], [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] giace in un letto in preda al dolore per le ferite subite, ma nonostante i suoi sforzi di affrontare la situazione con coraggio sprofonda nuovamente nel torpore.
 
   
 
   
 
In sogno gli appare il campo di battaglia al termine dello scontro, costellato di cadaveri in putrefazione, e istintivamente il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] si biasima per aver mandato a morire tutte quelle persone. Cerca di parlare con le [[Sorelle del Silenzio]] che si stanno prendendo cura dei cadaveri, ma scopre terrorizzato di non avere più la bocca. Fugge sconvolto verso le mura di [[Approdo del Re]], solo per trovarne i cancelli sbarrati.
 
In sogno gli appare il campo di battaglia al termine dello scontro, costellato di cadaveri in putrefazione, e istintivamente il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] si biasima per aver mandato a morire tutte quelle persone. Cerca di parlare con le [[Sorelle del Silenzio]] che si stanno prendendo cura dei cadaveri, ma scopre terrorizzato di non avere più la bocca. Fugge sconvolto verso le mura di [[Approdo del Re]], solo per trovarne i cancelli sbarrati.
 
   
 
   
Si risveglia di colpo, riconoscendo la propria stanza nella [[Fortezza Rossa]]. Trafitto dal dolore ad ogni movimento, [[Tyrion Lanister (Folletto)|Tyrion]] rievoca la [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|battaglia]] da poco conclusa, ricordando di colpo il tradimento di [[Mandon Moore|Ser Mandon Moore]]. Spossato dal dolore e dalla paura, ricade nel sonno invocando le persone amate.
+
Si risveglia di colpo, riconoscendo la propria stanza nella [[Fortezza Rossa]]. Trafitto dal dolore ad ogni movimento, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] rievoca la [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|battaglia]] da poco conclusa, ricordando di colpo il tradimento di [[Mandon Moore|Ser Mandon Moore]]. Spossato dal dolore e dalla paura, ricade nel sonno invocando le persone amate.
 
   
 
   
 
Nel dormiveglia vede la sorella [[Cersei Lannister|Cersei]] ed il padre [[Tywin Lannister|Tywin]] al suo capezzale, alternati di tanto in tanto da altri membri del [[Concilio Ristretto]]. Si sforza di chiedere loro chi ha vinto la [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|battaglia]], arrivando però da solo a comprendere che se è ancora vivo allora [[Stannis Baratheon]] deve essere stato sconfitto.
 
Nel dormiveglia vede la sorella [[Cersei Lannister|Cersei]] ed il padre [[Tywin Lannister|Tywin]] al suo capezzale, alternati di tanto in tanto da altri membri del [[Concilio Ristretto]]. Si sforza di chiedere loro chi ha vinto la [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|battaglia]], arrivando però da solo a comprendere che se è ancora vivo allora [[Stannis Baratheon]] deve essere stato sconfitto.
 
   
 
   
Nel successivo momento di lucidità vede il suo scudiero [[Podrick Payne|Podrick]] nella stanza; cerca di chiamarlo ma questi, accortosi del risveglio del suo signore, esce di corsa dalla camera. Rendendosi conto di non riuscire a parlare, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si porta una mano alla bocca e scopre di avere tutta la parte inferiore del viso bendata. [[Podrick Payne|Podrick]] rientra poco dopo in compagnia di un [[Maestri|maestro]], che gli somministra del [[Latte di papavero|latte di papavero]] per farlo dormire di nuovo.
+
Nel successivo momento di lucidità vede il suo scudiero [[Podrick Payne|Podrick]] nella stanza; cerca di chiamarlo ma questi, accortosi del risveglio del suo signore, esce di corsa dalla camera. Rendendosi conto di non riuscire a parlare, [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si porta una mano alla bocca e scopre di avere tutta la parte inferiore del viso bendata. [[Podrick Payne|Podrick]] rientra poco dopo in compagnia di un [[Maestri della Cittadella|maestro]], che gli somministra del [[Latte di papavero|latte di papavero]] per farlo dormire di nuovo.
 
   
 
   
 
[[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] sogna di essere celebrato come eroe e di vedere suo padre finalmente fiero di lui, mentre il fratello [[Jaime Lannister|Jaime]] lo proclama cavaliere e [[Shae]] lo attende felice.
 
[[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] sogna di essere celebrato come eroe e di vedere suo padre finalmente fiero di lui, mentre il fratello [[Jaime Lannister|Jaime]] lo proclama cavaliere e [[Shae]] lo attende felice.
Riga 38: Riga 38:
 
Sogna il breve periodo passato con [[Tysha]] e l'amore condiviso con lei, ma la sua stessa voce cinicamente gli ricorda che la ragazza non era altro che una prostituta, cancellando progressivamente l'immagine.
 
Sogna il breve periodo passato con [[Tysha]] e l'amore condiviso con lei, ma la sua stessa voce cinicamente gli ricorda che la ragazza non era altro che una prostituta, cancellando progressivamente l'immagine.
 
   
 
   
Viene svegliato dalla voce di [[Maestri|Maestro]] [[Ballabar]], giunto nella stanza per somministrargli una nuova dose di [[Latte di papavero|latte di papavero]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] riesce questa volta a trovare la forza di opporsi e obbliga il [[Maestri|maestro]] a rimuovergli le bende che gli coprono il volto. Gli comanda poi di portargli uno specchio, e vede per la prima volta la ferita che gli deturpa il volto; l'immagine gli riporta alla mente l'attacco di [[Mandon Moore]], probabilmente corrotto da [[Cersei Lannister|Cersei]] per ucciderlo. Desideroso di mettersi al riparo da qualsiasi azione della sorella, chiede di essere riportato nella [[Fortezza Rossa#La Torre del Primo Cavaliere|Torre del Primo Cavaliere]], solo per scoprire che i suoi appartamenti sono occupati dal padre; scopre così il ruolo avuto da [[Tywin Lannister]] nell'assicurare la vittoria ai [[Nobile Casa Lannister|Lannister]] nella [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|Battaglia delle Acque Nere]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] manda quindi a chiamare [[Podrick Payne|Podrick]], da cui apprende della morte di [[Mandon Moore|Ser Mandon Moore]] per mano dello stesso ragazzo e che il suo mercenario [[Bronn]] è stato nominato cavaliere.
+
Viene svegliato dalla voce di [[Maestri della Cittadella|Maestro]] [[Ballabar]], giunto nella stanza per somministrargli una nuova dose di [[Latte di papavero|latte di papavero]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] riesce questa volta a trovare la forza di opporsi e obbliga il [[Maestri della Cittadella|maestro]] a rimuovergli le bende che gli coprono il volto. Gli comanda poi di portargli uno specchio, e vede per la prima volta la ferita che gli deturpa il volto; l'immagine gli riporta alla mente l'attacco di [[Mandon Moore]], probabilmente corrotto da [[Cersei Lannister|Cersei]] per ucciderlo. Desideroso di mettersi al riparo da qualsiasi azione della sorella, chiede di essere riportato nella [[Fortezza Rossa#La Torre del Primo Cavaliere|Torre del Primo Cavaliere]], solo per scoprire che i suoi appartamenti sono occupati dal padre; scopre così il ruolo avuto da [[Tywin Lannister]] nell'assicurare la vittoria ai [[Nobile Casa Lannister (Castel Granito)|Lannister]] nella [[Guerra dei Cinque Re#La Battaglia delle Acque Nere|Battaglia delle Acque Nere]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] manda quindi a chiamare [[Podrick Payne|Podrick]], da cui apprende della morte di [[Mandon Moore|Ser Mandon Moore]] per mano dello stesso ragazzo e che il suo mercenario [[Bronn]] è stato nominato cavaliere.
  
 
== Prime apparizioni ==
 
== Prime apparizioni ==
Riga 44: Riga 44:
  
 
== Paginazione ==
 
== Paginazione ==
 +
<br /><center>{{Riquadro | Sfondo = B | Testo = Per approfondire la paginazione di ''A Clash of Kings'', vedi la voce [[Paginazione dei libri (ACOK)|dedicata]]}}</center><br />
  
<br /><center>{{Riquadro | Sfondo = O | Testo = Per approfondire la paginazione di ''A Clash of Kings'', vedi la voce [[Paginazione dei libri (ACOK)|dedicata]]}}</center><br />
+
*[[File:Fla_usa.png|32px]] - ''A Clash of Kings'', edizione ''hardcover'', Bantam Spectra, ISBN 978-0-553-10803-3, 1999, pagg. 701-708
 
+
*[[File:Fla_ita.png|32px]] - ''La regina dei draghi'', edizione ''hardcover'', Mondadori, ISBN 978-88-04-49656-4, 2001, pagg. 435-445
*[[File:usa.png | 32px]] - ''A Clash of Kings'', edizione ''hardcover'', Bantam Spectra, ISBN 978-0-553-10803-3, 1999, pagg. 701-708
 
*[[File:uk.png | 32px]] - ''A Clash of Kings'', edizione ''hardcover'', Harper Collins, ISBN 978-0-00-224585-2, 1998, pagg. 681-688
 
*[[File:ger.png | 32px]] - ''Die Saat des goldenen Löwen'', edizione ''paperback'', Blanvalet, ISBN 978-3-442-24934-3, 2000, pagg. 531-542
 
*[[File:fra.png | 32px]] - ''L'invincible forteresse'', edizione ''paperback'', J'ai Lu, ISBN 978-2-857-04650-9, 2000, pagg. 288-297
 
*[[File:ita.png | 32px]] - ''La regina dei draghi'', edizione ''hardcover'', Mondadori, ISBN 978-88-04-49656-4, 2001, pagg. 435-445
 
*[[File:esp.png | 32px]] - ''Choque de reyes'', edizione ''paperback'', Gigamesh, ISBN 978-84-93270-22-3, 2003, pagg. XXX
 
  
  
 
{{Portale | Argomento1 = libri}}
 
{{Portale | Argomento1 = libri}}
  
<noinclude>[[Categoria:A Clash of Kings]] [[Categoria:Capitoli di Tyrion Lannister]] [[Categoria:la regina dei draghi]]</noinclude>
+
<noinclude>[[Categoria:A Clash of Kings]] [[Categoria:Capitoli di Tyrion Lannister]]</noinclude>
  
 +
[[de:Die_Saat_des_goldenen_Löwen_-_Kapitel_39_-_Tyrion_IX]]
 
[[en:A_Clash_of_Kings-Chapter_67]]
 
[[en:A_Clash_of_Kings-Chapter_67]]
 
[[es:Choque_de_Reyes-Capítulo_67]]
 
[[es:Choque_de_Reyes-Capítulo_67]]
 
[[fr:A_Clash_of_Kings,_Chapitre_68,_Tyrion]]
 
[[fr:A_Clash_of_Kings,_Chapitre_68,_Tyrion]]
 +
[[pt:A_Fúria_dos_Reis_-_Capítulo_67]]
 
[[ru:Битва_королей,_Тирион_XV]]
 
[[ru:Битва_королей,_Тирион_XV]]
 
[[zh:列王的纷争-章节_67]]
 
[[zh:列王的纷争-章节_67]]

Versione attuale delle 15:19, 1 ott 2020

ACOK67 - TYRION
La regina dei draghi
(Mondadori)
Tyrion Lannister
Fortezza Rossa
02x10 - Chiunque può essere ucciso
ACOK61
TYRION XIV

ACOK66
THEON VI
ACOK67
TYRION XV
ACOK68
JON VIII

ASOS04
TYRION I

ACOK67 è il trentaseiesimo capitolo de La regina dei draghi e il sessantasettesimo de A Clash of Kings.

È l'ottavo capitolo dedicato a Tyrion Lannister de La regina dei draghi, il quindicesimo de A Clash of Kings e il ventiquattresimo de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Sinossi

"Questa non è la mia stanza," si rese conto. "Non è nemmeno la Torre del Primo Cavaliere." Qualcuno lo aveva spostato. Il suo urlo di rabbia venne fuori come un lamento soffocato. "Mi hanno messo qui dentro a morire."


Riportato incosciente alla Fortezza Rossa dopo la Battaglia delle Acque Nere, Tyrion giace in un letto in preda al dolore per le ferite subite, ma nonostante i suoi sforzi di affrontare la situazione con coraggio sprofonda nuovamente nel torpore.

In sogno gli appare il campo di battaglia al termine dello scontro, costellato di cadaveri in putrefazione, e istintivamente il Folletto si biasima per aver mandato a morire tutte quelle persone. Cerca di parlare con le Sorelle del Silenzio che si stanno prendendo cura dei cadaveri, ma scopre terrorizzato di non avere più la bocca. Fugge sconvolto verso le mura di Approdo del Re, solo per trovarne i cancelli sbarrati.

Si risveglia di colpo, riconoscendo la propria stanza nella Fortezza Rossa. Trafitto dal dolore ad ogni movimento, Tyrion rievoca la battaglia da poco conclusa, ricordando di colpo il tradimento di Ser Mandon Moore. Spossato dal dolore e dalla paura, ricade nel sonno invocando le persone amate.

Nel dormiveglia vede la sorella Cersei ed il padre Tywin al suo capezzale, alternati di tanto in tanto da altri membri del Concilio Ristretto. Si sforza di chiedere loro chi ha vinto la battaglia, arrivando però da solo a comprendere che se è ancora vivo allora Stannis Baratheon deve essere stato sconfitto.

Nel successivo momento di lucidità vede il suo scudiero Podrick nella stanza; cerca di chiamarlo ma questi, accortosi del risveglio del suo signore, esce di corsa dalla camera. Rendendosi conto di non riuscire a parlare, Tyrion si porta una mano alla bocca e scopre di avere tutta la parte inferiore del viso bendata. Podrick rientra poco dopo in compagnia di un maestro, che gli somministra del latte di papavero per farlo dormire di nuovo.

Tyrion sogna di essere celebrato come eroe e di vedere suo padre finalmente fiero di lui, mentre il fratello Jaime lo proclama cavaliere e Shae lo attende felice.

Al risveglio è nuovamente solo, e mentre ripercorre con la mente il tentativo di assassinio di Mandon Moore si rende conto di essere stato trasportato, durante il suo ultimo sonno, in una nuova stanza. In preda al panico, convinto di essere stato abbandonato a morire, perde nuovamente conoscenza.

Sogna il breve periodo passato con Tysha e l'amore condiviso con lei, ma la sua stessa voce cinicamente gli ricorda che la ragazza non era altro che una prostituta, cancellando progressivamente l'immagine.

Viene svegliato dalla voce di Maestro Ballabar, giunto nella stanza per somministrargli una nuova dose di latte di papavero. Tyrion riesce questa volta a trovare la forza di opporsi e obbliga il maestro a rimuovergli le bende che gli coprono il volto. Gli comanda poi di portargli uno specchio, e vede per la prima volta la ferita che gli deturpa il volto; l'immagine gli riporta alla mente l'attacco di Mandon Moore, probabilmente corrotto da Cersei per ucciderlo. Desideroso di mettersi al riparo da qualsiasi azione della sorella, chiede di essere riportato nella Torre del Primo Cavaliere, solo per scoprire che i suoi appartamenti sono occupati dal padre; scopre così il ruolo avuto da Tywin Lannister nell'assicurare la vittoria ai Lannister nella Battaglia delle Acque Nere. Tyrion manda quindi a chiamare Podrick, da cui apprende della morte di Ser Mandon Moore per mano dello stesso ragazzo e che il suo mercenario Bronn è stato nominato cavaliere.

Prime apparizioni

Ballabar

Paginazione


Per approfondire la paginazione di A Clash of Kings, vedi la voce dedicata


  • Fla usa.png - A Clash of Kings, edizione hardcover, Bantam Spectra, ISBN 978-0-553-10803-3, 1999, pagg. 701-708
  • Fla ita.png - La regina dei draghi, edizione hardcover, Mondadori, ISBN 978-88-04-49656-4, 2001, pagg. 435-445