Roose Bolton

Da La Barriera Wiki.
Versione del 18 mag 2014 alle 16:35 di Admin (discussione | contributi) (Creata pagina con "{{Personaggio | Nome = Roose | Cognome = Bolton | Titoli = Lord di Forte Terrore | Casata = Nobile Casa Bolton | Apparizioni = A Game of Thrones | StemmaF = St_Bol...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search
Roose Bolton
IMS 001.png
Dati personali
Lord di Forte Terrore
Nobile Casa Bolton
Apparizioni
A Game of Thrones
St Bolton.png

Roose Bolton è Lord di Forte Terrore e vassallo della Casa Stark.[1]


Descrizione fisica

I suoi occhi sono occhi insolitamente pallidi e quasi privi di colore. Parla sempre con un filo di voce.[2]

Descrizione psicologica

È un uomo cauto[3], brusco e di poche parole. Riesce a incutere terrore con il solo sguardo anche stando in silenzio e quando parla gli altri lord sono soliti prestargli molta attenzione[4].

È dotato di una gelida astuzia.[5]

Resoconto biografico

Nel 283 partecipa alla Ribellione di Robert Baratheon schierandosi contro i Targaryen. Dopo la Battaglia del Tridente, Lord Bolton consiglia di uccidere Ser Barristan Selmy, caduto prigioniero dei rivoltosi, ma Robert Baratheon preferisce concedergli il perdono.[6]

Nel 298, sllo scoppio della Guerra dei Cinque Re, Lord Bolton giunge a Grande Inverno insieme a tutti gli altri vassalli della Casa Stark per combattere a fianco di Robb. Con tono brusco, chiede al giovane Stark l'onore del comando in battaglia, ma il ragazzo riesce a tenergli testa rispondendogli con formale cortesia.[4]

Marcia verso sud insieme al resto dell'esercito fino al Moat Calinn, dove viene indetto un consiglio di guerra. Nel corso della riunione, Lord Bolton dice a Robb che Tywin Lannister è troppo abile per provare a risalire l'Incollatura e che quindi probabilmente rimarrà nella zona del Tridente conquistando i castelli circostanti. Il consiglio viene interrotto dall'ingresso di Catelyn Stark, di ritorno da Nido dell'Aquila. Lord Bolton le porge i suoi omaggi e subito dopo suggerisce la possibilità di sfruttare il prezioso ostaggio Tyrion Lannister, presumendo che la donna lo tenga ancora prigioniero. Lady Stark però confessa di essere stata costretta rilasciarlo e poi chiede a tutti i vassalli, Lord Bolton incluso, di uscire per consentirle di parlare in privato con il figlio. Quando Robb architetta il piano di dividere il suo esercito alle Torri Gemelle, su consiglio di Catelyn assegna il comando del tronco orientale del suo esercito a Lord Bolton, convincendosi che la sua astuzia lo renda il più adatto per tale ruolo.[5]

Quando tutto l'esercito raggiunge le Torri Gemelle, Lord Bolton osserva che non possono essere prese d'assalto. Poco dopo Stevron Frey esce dal castello e invita Robb ad entrare per discutere, ma Roose insieme ad altri alfieri lo diffida dal farlo, dicendo che Walder Frey sarebbe capace di ucciderlo, imprigionarlo o venderlo ai Lannister. Alla fine, dopo una lunga trattativa, gli Stark riescono a stringere un accordo con il Lord del Guado per attraversare la Forca Verde, ma la metà dell'esercito controllata da Lord Bolton rimane sulla riva orientale e si dirige verso sud seguendo il corso del fiume.[7]

Coglie di sorpresa l'esercito di Tywin Lannister e si scontra con esso nella Battaglia della Forca Verde, ma anche a causa dell'inferiorità numerica viene sconfitto; riesce comunque a organizzare la ritirata delle sue truppe insieme ad altri sopravvissuti.[3] Si attesta quindi intorno allo sbocco meridionale dell'Incollatura, dove riorganizza i resti malconci della sua parte di esercito.[8]

Titoli

PredecessoreSt Bolton.png Lord di Forte Terrore St Bolton.pngSuccessore
???Roose Bolton
???-???
???

Note