La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Teaser degli showrunner sull'ottavo episodio


"The mountain and the viper" [ottavo episodio stagionale, trasmesso negli U.S.A. il primo giugno] sarà probabilmente uno degli episodi più intensi della stagione e quella dell'ormai noto duello potrebbe essere una delle migliori scene di combattimento dell'intera serie.

Dopo aver girato la scena, come riporta Entertainment Weekly, gli showrunner Dan Weiss e David Benioff hanno raccontato: “E’ una delle scene di combattimento migliori, se non addirittura la migliore, che abbiamo fatto fino a questo momento. Non si tratta solo di persone che cercano di farsi a pezzi con lance e spade. E’ il culmine di 20 anni di rabbia e odio e sete di vendetta che raggiunge il picco più alto in questa fantastica sequenza che Paul Herbert (stunt coordinator) e C.C. Smiff (maestro d'armi) hanno saputo creare. La battaglia supera le nostre aspettative”.

Inoltre Tyrion rischia di rimetterci la vita, il valore in gioco è alto: "Lo è. - spiega Weiss- Uno dei personaggi più importanti dello show vivrà o morirà in base all'esito di questo combattimento”.

Per il ruolo della Montagna c'è stato un recasting proprio in vista del combattimento e la scelta è ricaduta sull’atleta islandese Hafþór Júlíus Björnsson. Gli showrunner hanno spiegato:

E’ una di quelle battaglie che dalle prime fasi della creazione dello show, fin dalla prima stagione, sapevamo che sarebbe stato uno dei punti più importanti se realizzato adeguatamente. Ed è una vera sfida perché la Montagna è La Montagna, devi trovare un essere umano enorme che può inoltre offrire quello di cui si ha bisogno dal punto di vista fisico. E hai bisogno di un Oberyn che dia la performance come attore di cui si ha bisogno e riesca a far emergere il lato estremamente faticoso di quella lotta, che abbiamo realizzato nel corso di più giorni. Siamo stati fortunati a trovare Pedro Pascal per il ruolo di Oberyn, che ci ha dato un’interpretazione incredibile, piacevole e pericolosa. E poi Hafþór per la Montagna è davvero un individuo singolare. Credo sia il terzo uomo più forte al mondo e un ex giocatore di basket, quindi sa come muoversi. Vedere di persona qualcuno così alto [2 metri ca.] in grado di muoversi nel modo in cui lo fa lui è una roba surreale a cui assistere”.

Fonte: insidetv.ew.com