La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Arriva il film di WILD CARDS


Su Hollywood Reporter è apparsa la notizia della realizzazione di un film dedicato a WILD CARDS, la serie multiautore supereroica i cui primi volumi sono recentemente stati pubblicati anche in Italia.


L'ANTOLOGIA SUPEREROICA WILD CARDS DELL'AUTORE DI GAME OF THRONES ARRIVA SUL GRANDE SCHERMO

Con la serie fantasy della HBO GAME OF THRONES di George R. R. Martin tra gli hit della TV, è significativo che un altro progetto firmato Martin abbia catturato l'occhio di Hollywood.
La Syfy Films, la divisione teatrale creata nel dicembre 2010 come joint venture tra la Syfy e la Universal Pictures, ha acquistato i diritti cinematografici per WILD CARDS, un'antologia supereroica editata, co-creata e co-scritta da Martin.
Melinda Snodgrass, una dei co-creatori e co-scrittori, è stata scelta per le sceneggiature del progetto, cosa che costituisce la prima acquisizione della Syfy Films. Martin e la Snodgrass saranno produttori esecutivi.

WILD CARDS è una serie di libri e racconti ambientati in un mondo condiviso in cui un virus alieno è stato rilasciato sopra New York. Coloro che sono sopravvissuti sono stati trasformati in essere chiamati Jokers, creature più o meno deformi o ( più raramente) Aces, che hanno poteri speciali.
Il primo libro è stato pubblicato nel 1987, circa il medesimo periodo in cui THE DARK KNIGHT RETURNS di Frank Miller e THE WATHCMEN di Alan Moore rivoluzionavano il mondo dei fumetti.
I racconti, scritti inizialmente da autori fantasy e di fantascienza tra cui Roger Zelazny e Lewis Shiner, e narrano una storia alternativa della Terra e raccontano avventure supereroiche permeate di realismo, una strategia che sarebbe stata emulata sia dai fumetti che, dopo, in film come quelli recenti di Christopher Nolan, direttore dei film di Batman.

"Noi amavamo i libri di fumetti, ed i supereroi con cui eravamo cresciuti," racconta Martin a The Hollywood Reporter, le cui lettere da fan sono state pubblicate in un fumetto Marvel negli anni '60, "ma abbiamo avuto un approccio materiale differente. Volevamo rendere il tutto in una maniera più terra terra, più adulta di quella che vedevamo negli anni '80. È qualcosa che poi molti altri hanno ripreso negli anni successivi."
Uno degli aspetti peculiari dei libri (la serie ha cambiato editore diverse volte nel tempo, è ora arrivata al volume 22) è il modo in cui evolvono i personaggi. Alcuni invecchiano, alcuni si sposano, altri muoiono, ne vengono introdotti di nuovi, formando un arazzo di storie. Nel contempo, sul fronte degli autori, l'anziana generazione di scrittori ha aperto la strada a nuove leve come Paul Cornell (DOCTOR WHO) e Carrie Vaughn (la serie di Kitty Norville). Il numero di creatori è stata una delle ragioni per cui ci sono voluti mesi prima che THR fosse in grado di avere il reporst esclusivo sul tema del film.

Martin afferma che la molteplicità di voci è ciò che permette alla serie di resistere e consente ai nuovi personaggi di interagire con i vecchi.
"Una delle cose che vogliamo mantenere è il senso della storia," dice. "I fumetti mainstream fanno retcon ogni momento. I protagonisti si sposano, poi un giorno l'editore cambia idea e non sono più sposati. Dal mio punto di vista, è molto frustrante. Le nostre storie sono nel mondo reale. Un mondo che cambia in parallelo con il nostro."

"Questo è, oltre a quello Marvel e a quello DC, davvero il solo universo dove ci sono personaggi interamente completi, realmente integrati, costruiti e sviluppati nell'arco di venticinque anni," dice Gregory Noveck, produttore senior che si è unito alla divisione Syfy Films a maggio e che ha seguito l'acquisizione dei libri. "Il difficile per noi capire quale sarà il film migliore."

Martin ha rivelato molto poco su quali storie o personaggi saranno coinvolti nella stesura, ma ha detto che l'ambientazione sarà contemporanea. Ha anche parlato del Dormiglione, un personaggio tra i primi a diventare Ace ed il cui potere consiste nell'avere nuove facce e abilità ogni volta che si sveglia da un sonno simile all'ibernazione, come in un lancio di dadi.

La Syfy Films, che, come la Universal, è posseduta dalla NBC Universale, è stata attrezzata per film a basso budget. WILD CARDS può suonare un progetto ambizioso, ma Noveck afferma che a basso budget non significa di vedute ristrette, indicando ad esempio film come DISTRICT 9 di Neill Blomkamp, il thriller SOURCE CODE di Summit ed anche CHILDREN OF MEN, che raccontano storie di genere su grande scala ma attraverso lenti mirate.

Martin dice che la serie era stata opzionata in precedenza, ma che questo è il passo più lungo mai compiuto con WILD CARDS.
"Speriamo che questo sia il primo di una lunga serie di film, e forse anche di presenze televisive," ha aggiunto.
Questo, naturalmente, dipenderà dal successo del primo film.


Commenta sul Forum