Vento Grigio

Da La Barriera Wiki.
Jump to navigation Jump to search
Vento Grigio
IMS 001.png
Dati personali
298
Apparizioni
A Game of Thrones - A Clash of Kings
Serie TV
Prima stagione - Seconda stagione

Vento Grigio è il metalupo di Robb Stark.[1]


Descrizione fisica

Quando viene ritrovato nella neve della Foresta del Lupo i suoi occhi sono ancora chiusi[2], e si riveleranno in seguito dorati[3]. Pur essendo di grandi dimensioni[4] è snello[5], con la pelliccia grigio fumo[6].

Corre molto velocemente ed è per questa sua caratteristica che Robb Stark ha scelto il suo nome.[1]

Descrizione psicologica

Obbedisce prontamente agli ordini di Robb.[7] Come i suoi fratelli, è in grado di sentire in anticipo che qualcosa di brutto sta per accadere.[5]

Segue il padrone anche in battaglia e combatte con coraggio[8], offrendo spesso un notevole vantaggio sul campo grazie alla sua forza e ferocia.[9]

Resoconto biografico

Il metalupo di Robb Stark

Robb Stark aveva pronunciato una sola parola. C'era stato un ringhio e in batter d'occhio lord Umber era con la schiena sulla pietra del pavimento, la sua grossa, brutta spada che rotolava chissà dove e la mano destra, alla quale Vento Grigio aveva staccato due dita, che grondava sangue.


Viene trovato da Robb Stark nella neve della Foresta del Lupo, vicino al cadavere della madre insieme agli altri cuccioli suoi fratelli, e quindi portato a Grande Inverno[2] ed affidato allo stesso Robb[1].

Mentre Bran giace in coma, Vento Grigio e Cagnaccio rispondono agli ululati disperati di Estate.[10]

Il giorno in cui Tyrion Lannister, di ritorno dalla sua visita alla Barriera, arriva a Grande Inverno, Vento Grigio sta giocando a correre nel cortile del castello insieme a Rickon Stark, Estate e Cagnaccio. Più tardi, i quattro si presentano nella Sala Grande, dove Robb sta ricevendo Tyrion ed i Guardiani della Notte arrivati con lui. Quando Vento Grigio ed i suoi fratelli si accorgono della presenza del Folletto, assumono un atteggiamento minaccioso. Vento Grigio si ritira solo quando Robb lo richiama.[4]

Tempo dopo, insieme a Estate, Robb, Theon Greyjoy, Maestro Luwin e alcune guardie di Grande Inverno, Vento Grigio accompagna Bran nella sua prima uscita a cavallo dopo la caduta dai tetti della Prima Fortezza. Una volta entrati nella Foresta del Lupo Vento Grigio, inquieto, si allontana dal gruppo insieme ad Estate. I due vengono raggiunti da Robb, allontanatosi a sua volta dagli altri per cercarli. I tre si ricongiungono quindi con Bran mentre un gruppo di malintenzionati sta cercando di rapinarlo. Obbedendo a un fischio di Robb i due metalupi attaccano gli aggressori. Vento Grigio si avventa su Wallen, intento a prendere le briglie del destriero di Robb, lo trascina in un torrente che scorre lì vicino e lo uccide. Riemerge quindi dall'acqua, per lanciarsi all'inseguimento di un altro brigante in fuga. Le sue zanne si chiudono sui garretti dell'uomo, tranciando tendini e muscoli. Questi cade nell'acqua e Vento Grigio lo azzanna alla gola. Quando Osha avanza in ginocchio verso la picca caduta a terra Vento Grigio si avvicina a lei, dissuadendola del raccoglierla. I due animali si placano solo quando Robb li richiama in seguito alla minaccia di Stiv di uccidere Bran, e Vento Grigio obbedisce raggiungendo subito il padrone. Stiv è infine ucciso da una freccia scagliata da Theon mentre Osha viene presa prigioniera.[7]

Quando le ossa di Lady vengono riportate a Grande Inverno, Vento Grigio ed i suoi fratelli iniziano ad ululare prima ancora che il gruppo a cavallo che accompagna i resti della sorella superi il ponte levatoio del castello.[5]

Alla notizia che Robb sta per andare in guerra a seguito dell'arresto di Lord Eddard, Rickon si infuria e si nasconde nelle cripte di Grande Inverno insieme a Cagnaccio. Solo l'intervento di Robb e Vento Grigio riesce a riportare i due alla calma ed a frenare la loro aggressività.[5]

Partecipa con Robb durante l'incontro con gli alfieri degli Stark riuniti a Grande Inverno dopo l'arresto di Lord Eddard. Durante l'alterco tra Jon Umber e Robb, una sola parola di quest'ultimo è sufficiente affinché Vento Grigio salti addosso a Grande Jon, buttandolo a terra. Nella lotta, Vento Grigio manda la spada di Jon Umber a tre metri di distanza e gli stacca due dita con un morso. Segue il suo padrone quando l'esercito del Nord si mette in marcia per la guerra.[5]

Sul campo di battaglia

Vento Grigio sollevò il muso al cielo e ululò, un ululato che parve penetrare in Catelyn Stark e la fece tremare. Era un suono terribile, spaventoso, ma anche musicale. Per un momento, lei provò quasi compassione per i Lannister là sotto. "Questa è dunque la voce della morte," pensò.


Il giorno che, nel corso dell'avvicinamento alle Terre dei Fiumi, Catelyn Stark raggiunge il figlio al Moat Cailin, Vento Grigio se ne sta accucciato vicino al fuoco nella stanza della Torre del Corpo di Guardia dove Robb sta tenendo concilio con i suoi lord alfieri. Vento Grigio è il primo ad accorgersi dell'arrivo di Lady Stark. Si avvicina a lei, la annusa e poi le morde giocosamente la mano prima di tornare davanti al camino.[3]

Cammina accanto al suo padrone mentre questi si prepara alla battaglia nel Bosco dei Sussurri. Quando Robb parte al galoppo per andare in prima fila, Vento Grigio corre al suo fianco e quindi partecipa allo scontro insieme a lui.[8] Nel sentire il suo odore i cavalli degli uomini Lannister si spaventano e sembrano impazzire. Durante lo scontro stacca di netto un braccio ad un lanciere nemico all'altezza della spalla, disarciona parecchi uomini[9] e ne sventra una mezza dozzina.[6]

Segue il padrone anche nella successiva Battaglia degli Accampamenti, in cui si dice che abbia dilaniato quattro uomini ed una dozzina di cavalli.[11]

Insieme a Robb, Theon e Lady Catelyn, Vento Grigio arriva a Delta delle Acque attraversando il Tumblestone in barca. È il primo a balzare a terra quando la barca attracca; un uomo, terrorizzato nel vederlo, cade a mollo nel fiume tra le risate generali.[9]

È ai piedi di Robb nella Sala Grande di Delta delle Acque quando questi tiene una corte di giustizia nella quale ordina di condurre al suo cospetto Ser Cleos Frey per esporgli le sue condizioni di pace. Quando l’uomo si inginocchia davanti a Robb, Vento Grigio si avvicina ad annusare il cavaliere prigioniero che si allontana subito, visibilmente spaventato. Al termine dell'udienza segue il suo padrone, e quando Catelyn rimprovera al figlio scarsa saggezza per non aver offerto condizioni più accettabili per riavere le sue sorelle, Vento Grigio, percependo la rabbia di Robb, emette un basso ringhio e si allontana poi insieme a lui.[6]

In seguito, Robb tenta di spostare il fronte del conflitto e progetta una serie di razzie nell'Occidente. Giunti presso la Zanna Dorata Vento Grigio fiuta l’odore di un sentiero di capre che scende lungo il fianco della montagna e vi guida Robb che, grazie alla scoperta, riesce coi suoi uomini ad aggirare la fortezza nel cuore della notte e a penetrare agevolmente nei territori nemici.[12]

L'esercito del Nord attacca quindi di sorpresa le forze di Ser Stafford Lannister accampate ad Oxcross: Vento Grigio va tra i cavalli dopo che alcuni esploratori infiltrati ne hanno tagliato le funi e semina il panico tra gli animali che, come impazziti, finiscono per calpestare a morte i cavalieri ancora nelle loro tende mentre nel campo in preda al caos i soldati si danno alla fuga causando una schiacciante disfatta.[13]

Tra i nemici cominciano a diffondersi voci secondo le quali Vento Grigio sia grande quanto un cavallo e che in battaglia venga cavalcato dal suo padrone[14]; inoltre, dopo Oxcross circola la voce che il metalupo abbia mangiato il cuore di Ser Stafford, offertogli dallo stesso Robb.[12]

Famiglia e genealogia

Sua madre è morta nel darlo alla luce assieme ai suoi fratelli: Lady, Nymeria, Estate, Cagnaccio e Spettro.[2]

Note